Home | Interno | Cronaca | I Carabinieri di Trento li hanno pizzicati alla Portèla

I Carabinieri di Trento li hanno pizzicati alla Portèla

Arrestati tre giovani tunisini tra i 18 e i 22 anni senza fissa dimora per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio

Nel pomeriggio di ieri, nell’ambito dell’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nel quartiere della Portela, la Compagnia Carabinieri di Trento ha organizzato un mirato servizio coordinato di controllo del territorio, cui hanno preso parte i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, delle Stazioni di Altopiano della Vigolana e di Mezzolombardo, nonché l’unità cinofila antidroga del Nucleo CC Cinofili di Laives (BZ).
Nel contesto, i militari hanno arrestato nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, tre persone tra i 18 e i 22 anni, tutte di nazionalità tunisina e senza fissa dimora, due delle quali con precedenti penali specifici.
 
Nel corso del servizio i militari hanno notato, in piazza Santa Maria Maggiore, i tre giovani extracomunitari, che alla vista dei militari, si sono dileguati nelle vie limitrofe.
I Carabinieri percependo che il repentino allontanamento dei tre fosse stato determinato dalla necessità di sottrarsi a un potenziale controllo, si sono posti immediatamente alla loro ricerca, rintracciandoli dopo circa mezz’ora sul Lungadige Giacomo Leopardi, seduti su una panchina.
Al sopraggiungere dei militari, i tre si disfacevano di alcuni involucri di plastica, gettandoli nei cespugli, per poi fuggire via, ma senza riuscirci, visto che i Carabinieri si erano posti in maniera tale da vanificare qualsiasi ulteriore tentativo di fuga.
 
Con l’aiuto, quindi, di Heni e Zito, i due cani antidroga, gli operanti hanno recuperato i due grossi involucri gettati poco prima e contenenti complessivamente 51 grammi di cocaina, che da una speditiva analisi è risultata purissima e quindi, adeguatamente «tagliata», avrebbe consentito di confezionare un ingente quantitativo di dosi da immettere sul mercato.
I tre criminali sono attualmente ristretti, in attesa della udienza di convalida, presso la casa circondariale di Trento.
L’intensificazione dei controlli da parte dei Carabinieri di Trento, già nelle ultime settimane, aveva portato all’arresto di quattro spacciatori e al deferimento in stato di libertà di altre 7 persone, nonché al sequestro complessivo di 200 grammi di hashish, 95 grammi di eroina e 55 grammi di cocaina.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande