Home | Interno | Cronaca | La polizia arresta latinante che andava a spasso per Bolzano

La polizia arresta latinante che andava a spasso per Bolzano

Si tratta di un romeno gravato da un oredine di carcerazione perché condannato

Nella mattinata di ieri, nel corso dei consueti servizi di prevenzione generale e di controllo del territorio, mentre transitava in zona, una Pattuglia della Squadra Volanti della Polizia di Stato veniva inviata dalla Centrale Operativa della Questura in Piazza Don Bosco a seguito di una segnalazione della presenza di una persona sospetta.
Giunti in pochi istanti nel luogo segnalato, gli Agenti individuavano subito il soggetto segnalato.
 
Dopo averlo fermato e condotto negli Uffici di Largo Palatucci per gli accertamenti, a suo carico, presso la Banca Dati del Ministero dell’Interno, emergeva che a carico di costui – identificato per un 23enne romeno con a proprio carico precedenti penali di varia tipologia, in particolare lesioni, rapina ed altri reati contro il patrimonio, senza fissa dimora – vi era pendente un Ordine di Carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Bolzano per l’esecuzione di una Sentenza di condanna a 2 anni, 6 mesi e 10 giorni di reclusione per una serie di reati commessi a Bolzano tra l’ottobre 2021 ed il 2023.
 
L’episodio più grave ha riguardato una rapina avvenuta nei pressi di una Scuola Superiore di Bolzano nel febbraio di due anni fa: in questa circostanza il romeno, insieme ad un complice, si era appropriato di due biciclette parcheggiate nel cortile dell’Istituto.
I due ragazzi proprietari dei mezzi, accortisi di quanto stava accadendo, erano intervenuti per impedire il furto ed erano stati violentemente malmenati, mentre i 2 rapinatori erano riusciti a dileguarsi con la refurtiva.
 
Le indagini della Squadra Mobile avevano consentito di identificare gli autori e di trarli in arresto in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere.
Il seguito, i due erano stati rimessi in libertà, e P.E.G. si era allontanato da Bolzano, sino a ieri, rendendosi latitante.
Al termine delle attività di Polizia Giudiziaria il latitante romeno veniva associato presso la locale Casa Circondariale ai fini della espiazione della pena.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande