Home | Interno | Cronaca | I Carabinieri di Cles li hanno denunciati entrambi

I Carabinieri di Cles li hanno denunciati entrambi

Due 17enni si erano affrontati davanti alla scuola di brutto, con mazza e punteruolo

Se le erano promesse da un po’ di giorni e ieri hanno regolato i loro conti.
Lo hanno fatto nelle adiacenze della scuola, durante la ricreazione del pomeriggio, davanti ai loro compagni.
La “sfida” era stata lanciata qualche ora prima da uno dei due, tramite social network. L’altro l’aveva raccolta e, nell’ora stabilita, si era fatto trovare pronto.
 
I protagonisti, che quest’anno compiranno 18 anni e frequentano due diverse scuole superiori di Cles, si sono appartati nei per affrontarsi impugnando, rispettivamente, una mazza da baseball e un punteruolo.
Nella contesa l’ha spuntata (se così si può dire) il primo, il quale è riuscito ad assestare sul corpo del contendente alcuni colpi, bastonate che hanno finito per fratturargli il gomito (il ragazzo ne avrà per almeno trenta giorni).
È stato il tempestivo allarme lanciato da alcuni alunni ed il primo intervento degli insegnanti ad evitare che la disputa potesse avere più serie conseguenze.
 
Immediata la segnalazione al 112 e l’intervento dei Carabinieri della Compagnia di Cles.
Quando hanno raggiunto la scuola, però, i militari dell’Aliquota Radiomobile hanno trovato soltanto il ragazzo ferito.
L’altro, che si era rapidamente dileguato, è stato rintracciato più tardi.
I Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato punteruolo e mazza da baseball che, per la violenza dei colpi, si era spaccata in due parti.
Adesso indagano (ieri sono stati sentiti alcuni testimoni dei fatti) per stabilire se si è arrivati a tanto per uno sguardo di troppo ad una ragazzina contesa o per altre ragioni.
 
Le conseguenze per i ragazzi saranno serie.
I due – che ieri sono rimasti in caserma a lungo insieme ai genitori, ai quali poi sono stati affidati – dovranno rispondere, rispettivamente, di lesione personale aggravata e di minaccia e porto abusivo di arma od oggetto atto ad offendere.
Questo al di là del risarcimento del danno per la lesione personale che riguarderà soltanto uno dei due.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone