Home | Interno | Cronaca | Ore 11, singolare rapina all’Ufficio postale di Canazei

Ore 11, singolare rapina all’Ufficio postale di Canazei

Le impiegate riescono a dare l'allarme e intervengono tutti i carabinieri disponibili: arrestato un idraulico 69enne di Moena

Questa mattina, intorno alle ore 11, presso l’ufficio postale di Canazei, un soggetto con il volto travisato dal casco, impugnando una pistola intimava alle due impiegate in servizio di consegnargli del denaro contante per un valore di 800 euro, che secondo l’uomo era l’ammontare di due pacchi che doveva ricevere ma che non erano mai arrivati, secondo lui per colpa delle poste italiane.
Le due impiegate riuscivano a mantenere la calma e a guadagnare tempo con la scusa di recuperare il denaro richiesto custodito all’interno della cassaforte che doveva essere aperta con i tempi dovuti.
 
In quel frangente riuscivano a far scattare l’allarme e ad inviare messaggi di quanto stava accadendo con i loro cellulari.
Tra i destinatari dei messaggi anche il Comandante della Stazione Carabinieri di Canazei, che si trovava in ferie al mare con la famiglia, che immediatamente allertava sia la centrale operativa della Compagnia di Cavalese che i suoi Carabinieri di Canazei.
Immediatamente scattava l’allarme di rapina in atto e sul posto in pochi minuti giungeva una pattuglia del Nucleo Radiomobile Carabinieri di Cavalese, che stava perlustrando la Val di Fassa e poco dopo i Carabinieri della Stazione di Canazei erano accorsi tutti sul luogo.
 
Il rapinatore, vistosi braccato, tentava la fuga ma veniva bloccato dagli operanti all’esterno dell’ufficio postale.
Si constatava che la pistola utilizzata era una riproduzione di pistola vera ma comunque arma giocattolo.
Il rapinatore, dopo essere stato bloccato e perquisito, veniva trasferito presso il Comando Compagnia Carabinieri di Cavalese.
Sul posto è stato richiesto l’intervento di personale sanitario della Croce Bianca di Canazei, per fornire la necessaria assistenza alle due impiegate in evidente stato di agitazione.
 
Sono tutt’ora in corso gli opportuni accertamenti investigativi al fine di chiarire per quale motivo questo soggetto, risultato essere un uomo 69enne di Moena abbia compiuto un simile gesto, anche perché conosciuto come persona tranquilla, con famiglia e che ha svolto la professione di idraulico.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni