Home | Interno | Politica | Ugo Rossi lascia. Lo stupore del segretario politico del PATT

Ugo Rossi lascia. Lo stupore del segretario politico del PATT

Simone Marchiori: «Chiaramente sono dispiaciuto per la decisione di Ugo Rossi. Quello che è certo è che il PATT non si ferma»

Questo il commento che il segretario politico del PATT ha inviato alle redazioni dopo aver saputo che Ugo Rossi lasciava il partito.

Sono stato informato nella giornata di ieri da parte del consigliere Rossi della sua volontà di uscire dal PATT e, ovviamente, sono rimasto sorpreso e spiazzato da una decisione inaspettata e della quale non vi era alcuna avvisaglia.
Rispetto le scelte personali pur non condividendole. Ritengo che il PATT, nonostante il particolare momento storico che stiamo vivendo, vista la pandemia e le limitazioni negli incontri di persona, sta mantenendo fede alla linea uscita dal congresso e alla sua missione di rappresentare gli interessi dei trentini e dell'Autonomia.
E lo fa con l'esperienza della sua storia, ma anche con l'entusiasmo e la passione di tante persone che, anche recentemente, hanno deciso di metterci la faccia e di credere in un progetto serio, credibile e riconoscibile.
 
Sono convinto che si possa fare molto di più, ma penso allo stesso modo che la serietà, l'affidabilità e la coerenza del nostro Partito siano ormai un valore aggiunto più che una limitazione.
Chiaramente sono dispiaciuto per la decisione di Ugo Rossi, con il quale abbiamo condiviso un lungo percorso assieme, sostenendolo sempre con entusiasmo nelle sfide che negli anni si sono presentate. Una fra tutte le primarie del 2013.

Quello che è certo è che il PATT non si ferma: avremo modo a breve di rilanciare anche la nostra azione politica cercando di rappresentare sempre di più le esigenze e le istanze degli autonomisti storici, ma soprattutto dei trentini.
Perché, come diceva un vecchio militante del PATT recentemente scomparso «le persone vanno, ma il Partito e i suoi ideali restano sempre».
E noi è su questi che ci impegniamo, convinti che più che di qualcosa di nuovo in politica serva la serietà, la coerenza e l'affidabilità.

Simone Marchiori
Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni