Home | Interno | Politica | Quirinale, ultima giornata di voto con soglia ai tre quarti

Quirinale, ultima giornata di voto con soglia ai tre quarti

Ancora nulla di fatto, ma forse domani si mettono le carte in tavola. Tre i nomi: Mario Draghi, Pier Ferdinando Casini e Elisabetta Belloni

Una giornata sprecata dal punto di vista delle votazioni, ma forse profucua in termini di trattative.
Anche PD e i Cinque Stelle hanno proposto le loro rose di nomi, che il centrodestra ha respinto così come furono respinti i nomi proposti da Salvini.
Però sono stati salvati nomi importanti, sui quali domani (27 gennaio) si tratterà seriamente. Oltre a Draghi e Casini, si è aggiunto anche il nome di una donna, Elisabetta Belloni.
Quest’ultima è la diplomatica che si era distinta alla Farnesina per la sua capacità di gestire le unità di Crisi.
Promossa ambasciatrice, divenne Capo di Gabinetto del Ministro Gentiloni, prima donna alla guida della struttura della Farnesina.
Nel maggio dello scorso anno il presidente del Consiglio dei Ministri l’ha nominata direttrice generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza, diventando così la prima donna a essere posta a capo dell'agenzia di coordinamento dei servizi segreti.
 
Tornando a noi, dicevamo, i nomi sono tre. Draghi, Casini e Belloni.
Draghi resta l’ultima spiaggia, una spiaggia dorata peraltro, nel senso che se non si dovesse raggiungere alcun accordo per un altro candidato, dovrà essere chiamato lui. Il quale sarebbe senz’altro la persona più adatta a salire sul colle. Ma se dovesse abbandonare Palazzo Chigi, non si saprebbe chi mettere al suo posto. I parlamentari tornerebbero a litigare come prima, imboccando quindi la via delle elezioni anticipate.
Casini è il politico ideale a ricoprire la carica di Presidente della Repubblica. Ha una lunga esperienza in politica ed è stato un uomo delle Istituzioni, avendo ricoperto la carica di Presidente della Camera e numerose altre cariche parlamentari. Il suo nome non è stato ancora fatto per non bruciarlo, ma è evidente che non troverebbe resistenze di sorta. Il Centrodestra, peraltro, attenderebbe il via libera di Berlusconi sul suo nome.
Di Elisabetta Belloni abbiamo già detto. Forse è un po’ presto per farla salire al Colle, ma certamente ha preso un abbrivio che porta in quella direzione.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande