Home | Interno | Politica | «L’Autonomia economica del Trentino è un privilegio?»

«L’Autonomia economica del Trentino è un privilegio?»

E' il tema proposto dal PATT di Lavis in un incontro pubblico che avverrà la sera di venerdì 9 marzo

Conoscere è l’elemento fondamentale per capire, questa la ragione per la quale la sezione PATT di Lavis, promuove un incontro dal titolo «L’Autonomia economica del Trentino è un privilegio?» il 9 marzo alle ore 20.30 presso l’Auditorium di Lavis.
 
Relatore  della serata sarà il prof Gianfranco Cerea dell’Università degli studi di Trento il quale analizzerà i vantaggi ed opportunità che l'autonomia offre alla comunità trentina, partendo dalla premessa che il Trentino ha una storia completamente diversa da quella del resto d'Italia.
«Nel 1938, recita Cerea, il Trentino Alto Adige era la regione più povera dell'Italia, oggi invece è al secondo posto, subito dopo la Lombardia. Non c'è in Italia una regione che ha compiuto un simile progresso economico. Diversi sono i fattori che hanno permesso questo sviluppo qui esisteva una tradizione di autogoverno che altrove non c'era. Nel secondo dopoguerra  lo statuto di Regione autonoma venne assegnato, oltre che al Trentino Alto Adige, anche alla Sicilia, alla Sardegna, alla Valle d'Aosta e, successivamente, al Friuli Venezia Giulia. Ma per esercitare l'autonomia servono le norme di attuazione. Il Trentino è quello che ha approvato il maggior numero di norme di attuazione.»
 
La differenza dunque del Trentino sta nella sua tradizione secolare all'autogoverno, che altrove manca.
Interverrà anche il segretario politico del PATT Ugo Rossi il quale analizzerà gli scenari futuri con i quali dovrà confrontarsi la popolazione trentina nei confronti dei sempre più frequenti attacchi all’Autonomia.
 
Per Rossi importante è credere all’Autonomia perché non si può solo chiedere ma a questa bisogna dare il valore aggiunto delle spinte ideali.
«Il Trentino, la nostra Terra, la nostra comunità, i Trentini ed il nostro modo di intendere la vita e la società sono i pilastri sui quali si fonda la nostra specialità e solo continuando a viverli nel quotidiano, anche politico ed amministrativo la nostra Autonomia continuerà ad esistere, a crescere.»
 
La serata si colloca all’interno delle manifestazioni a difesa dell’Autonomia che vedranno, come momento centrale di riflessione, il raduno in Piazza Battisti sabato 10 marzo a partire dalle ore 14.00.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni