Home | Interno | Politica | Il duello Berlusconi-Santoro ha scosso nuovamente la politica

Il duello Berlusconi-Santoro ha scosso nuovamente la politica

Molti i commenti giunti in redazione, purtroppo perlopiù impubblicabili per mancanza di reperibilità email

Come si poteva immaginare, l’articolo che abbiamo pubblicato sullo show Berlusconi-Santoro-Travaglio (vedi) ha scatenato un sacco di commenti, inviati sia alla nostra redazione che su Facebook.
Abbiamo avuto favorevoli e contrari, ma la maggior parte tuttavia non è stato possibile pubblicarla perché priva di e-mail del mittente.
Qualcuno pensa che non abbiamo voluto pubblicarli perché irriverenti o reverenziali, ma come abbiamo detto non è così. Certamente non passano il filtro commenti inacettabili, ma non ci basta la tracciabilità del messaggio (l’IP lo riceviamo sempre in automatico), ma la e-mail è necessaria per verificare la paternità del messaggio e l’esistenza dell’indirizzo.

Ci spiace essere considerati di destra o comunque favorevoli a Berlusconi, perché così non è.
Semplicemente non siamo schierati e i fatti ci piace riportarli sempre, anche quando ci costa in termini di popolarità come in questo caso.
Può essere stato rispettivamente odioso o fantastico vedere il leader del PDL alla trasmissione di Santoro, ma una cosa è certa, dal duello il Cavaliere è uscito vincente, tanto vero che un autorevole personaggio comunista ha addirittura commentato così: «Santoro e Travaglio hanno fatto la respirazione bocca a bocca a Berlusconi, tanto che alla fine sono riusciti a riportarlo in vita».

Il personaggio ha semplicemente accettato una sfida impossibile e l’ha vinta. Sia per la grande audience che ha ottenuto, sia perché ha saputo contrattaccare dei giornalisti che non si aspettavano la sua reazione, ritenendolo ormai un uomo finito. Dire questo non significa essere berlusconiani.
Quando pubblicammo un pezzo a favore di una collega che aveva scritto una frase ingiuriosa nei confronti di Berlusconi (vedi), siamo stati accusati di essere comunisti.
Dunque siamo considerati di destra da chi è di sinistra e, viceversa, di sinistra da chi è di destra.
E questo ci rende onore, perché dimostra che non siamo schierati.

E’ una brutta abitudine quella di mandare i commenti senza indicare la reperibilità di chi scrive.
In pratica si tratta di commenti non troppo lontani dalle lettere anonime, dove chi lancia il sasso poi nasconde la mano.
Ad ogni modo, i commenti più pesanti sono venuti dalla Destra, quando abbiamo pubblicato l’articolo a difesa della collega Cristiana Chiarani accusata di voler uccidere metaforicamente Berlusconi con un paletto di frassino. Parole davvero dure (e non pubblicabili anche se fosse stata chiara la paternità) sia contro di noi che contro la collega.
Un personaggio, di cui siamo riusciti a risalire alla paternità, ha inviato un commento firmandosi a nome del direttore di un quotidiano locale, nella improbabile intenzione di farci litigare. Ma il suo testo era spiritoso:
«Questo articolo d'opinione virtuale è scritto così male che mi fa venir voglia di piantarmi da solo un paletto nel cuore (metaforicamente, ben s’intende...)».
Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (1 inviato)

avatar
Sandro Colò 12/01/2013
Stiamo vivendo in un periodo particolarmente decadente in tutti i settori della società civile e non, anche i media soffrono di questo fenomeno che, spero ben presto, usciranno da questa spirale negativa per aprirsi verso modalità di informazione più consoni all'attuale progresso tecnologico, migliorando gli aspetti etici e morali dell'informazione e soprattutto rispettando ogni individuo nella sua integrità e diritto di riservatezza. Nessun commento sull'incontro Berlusconi-Santoro, è stata solo maggior "polvere" negli occhi del cittadino che un momento utile di comprensione del difficile momento politico-economico che stiamo vivendo.
Thumbs Up Thumbs Down
0
totale: 1 | visualizzati: 1 - 1

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni