Home | Interno | Politica | Polemiche sulla scelta della Biancofiore alle Pari Opportunità

Polemiche sulla scelta della Biancofiore alle Pari Opportunità

Gaffe del governo su alcuni nomi di viceministri e sottosegretari che fa pensare a scelte avvenute senza troppe valutazioni di merito

La nomina di viceministri e sottosegretari al governo Letta non è passata indolore.
Tre nomi sono saltati immediatamente in vetta alle polemiche, Micciché, Fassina e Biancofiore.
Se il primo rappresenta una parte discutibile del PDL, il secondo raffigura il partito del rigore fiscale in un governo che le tasse le vuole ridurre.
Ma è la Biancofiore a fornire maggiore materiale alle polemiche, perché è stata scelta per guidare le Pari Opportunità, quando in passato si è dichiarata contro i matrimoni gay e ha pronunciato frasi infelici nei confronti di trans.
Qui non ci interessa affrontare il problema degli omosessuali, anche se siamo del parere che la sessualità sia una discriminante inaccettabile al pari di razza e religione. 
 
Certamente chiunque ha diritto di avere una sua opinione e quindi anche l’onorevole Biancofiore.
Quello che non può sfuggire è che la parlamentare bolzanina del PDL ha espresso opinioni in contrasto con la sua nuova carica che la vorrebbe super partes per definizione.
Le associazioni gay si sono sollevate, la sottosegretario ha protestato che prima di gridare al lupo! la si deve vedere all’opera.
E in effetti è possibile che sappia fare il suo lavoro con serenità e distacco, ma non cancellerebbe l'idea preconcetta della gaffe che farebbe il contadino se mettesse una faina a guardia delle galline.
Insomma, la nostra opinione è che se la scelta dei ministri è stata il frutto di un delicatissimo lavoro di architettura politica, la scelta dei sottosegretari potrebbe essere avvenuta chiedendo ai partiti i nomi dei prescelti tout-court.
Il caso e le combinazioni poi hanno fatto il resto.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande