Home | Interno | Politica | «Il PATT è pronto per le elezioni provinciali»

«Il PATT è pronto per le elezioni provinciali»

Il partito ha approfondito le linee programmatiche e nominato la Commissione elettorale

Ieri pomeriggio presso la sala consiliare del Comune di Mezzolombardo si è tenuto il consiglio provinciale del PATT in vista delle prossime elezioni provinciali.
Il segretario Panizza ha introdotto i lavori ricordando che il PATT è oggi l’unica forza politica che ha da tempo le idee chiare sia sul programma di governo per la prossima legislatura che sulla leadership da proporre alla coalizione e che lo fatto in modo serio, trasparente e pubblico con il grande congresso dell’anno scorso a Mezzocorona.
Ha quindi ripercorso le linee di programma già approvate al congresso che sono state poi approfondite dagli interventi di numerosi componenti il consiglio. Ha confermato che il PATT ritiene utile partire dall’esperienza di governo di questi anni ma che è anche necessario aggiornare e migliorare i contenuti dell’azione amministrativa in una logica di forte innovazione.
 
In particolare gli interventi dei membri hanno riguardato i temi dell’economia e del lavoro, dell’assetto istituzionale della nostra Autonomia, della scuola e formazione, di un «piano Marshall» delle lingue straniere, della riforma della pubblica amministrazione, del welfare del futuro , ma anche della necessità di aspirare ad una maggiore autonomia soprattutto in campo fiscale per rendere il nostro territorio competitivo al pari dei territori più avanzati in Europa.
Quello del confronto con l’Europa e della assoluta necessità di rapportarci a standard più avanzati di quelli nazionali è stato un filo conduttore di tutti gli interventi.
 
Dopo un pomeriggio intenso di lavoro, l’Assessore Rossi ha quindi sintetizzato gli argomenti e le linee programmatiche raccogliendo le sollecitazioni pervenute dagli interventi che andranno ad integrare il programma del partito.
Il documento programmatico sarà quindi ufficializzato dallo stesso Rossi in un’assemblea del partito aperta ai corpi sociali del Trentino ed a tutti i cittadini interessati domenica 26 maggio presso il teatro della Valle dei Laghi a Vezzano.
Rossi ha poi illustrato gli elementi valoriali a cui si ispira il suo programma per il Trentino del futuro. 
 
 Sono elementi assolutamente collegati uno all’altro
Responsabilità dire la verità ai cittadini, anche quella scomoda, guardare al domani e non all’oggi, fare anche scelte scomode, indicare una via possibile, aver presente criticità ma anche punti di forza.
Serietà preparazione competenza, impegno, attenzione, senso della misura ,collegare le spese ai risultati.
Affidabilità mantenere ciò che si promette, dare risposte certe, essere trasparenti e disponibili ad essere misurati pubblicamente (fact checking).
Merito non aver paura del merito, ogni scelta politica e amministrativa sia guidata dal merito,
merito non è preferenza ma vera equità, merito non è dimenticarsi di chi resta indietro ma riconoscere che vale la pena sostenerlo, collegare merito e bisogni.
Innovazione, piedi ben piantati nel presente ma due occhi e mente rivolta al futuro, avere standard di riferimento elevati, aumentare la velocità di adattamento, pensare che anche se ciò che abbiamo fino a ieri era giusto è probabile che debba essere cambiato e che possa essere fatto meglio, convincersi che il cambiamento è positivo anche se mette in discussione ciò che è consolidato.
 
Il Consiglio nel corso dei lavori ha poi eletto all’unanimità i componenti della commissione elettorale, che avrà il compito di comporre la lista dei candidati PATT per le elezioni provinciali del prossimo ottobre.
Il Segretario politico Franco Panizza è stato eletto Presidente della commissione che è composta da tesserati proposti dai territori nelle persone di Renzo Sandri per la Valsugana e Primiero, Roberto Zendri per la Vallagarina, Stefano Cogoli per le Valli del Noce, Fabrizio Ciresa per Valli dell’Avisio, Dario Chilovi per Trento, Rotaliana e Valle dei Laghi e Stefano Bresciani per le Giudicarie e l’Alto Garda, membri supplenti: Ivano Rinaldi proposto dal movimento Giovanile e Manuela Grott proposta dal Movimento femminile.
 
Alla fine dei lavori il Consiglio ha ribadito la posizione del partito nei confronti degli altri partiti della coalizione, nel senso di confermare la necessità di esprimere un solo candidato presidente per ogni forza politica per poi , a mezzo dello strumento delle primarie, aperte a tutti i cittadini, scegliere il leader della coalizione.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni