Home | Interno | Politica | Il ministro Josefa Idem non fa più parte del Governo Letta

Il ministro Josefa Idem non fa più parte del Governo Letta

Si è dimessa, come ormai era evidente, il ministro per lo Sport e le Politiche giovanili

«Oggi pomeriggio, nel corso di un incontro a Palazzo Chigi, Josefa Idem, Ministra per le Pari opportunità, lo Sport e le Politiche giovanili, ha presentato le sue dimissioni al Presidente del Consiglio dei Ministri, Enrico Letta, che le ha accolte»: così recita una nota diffusa dal ministero delle Pari Opportunità.
 
Il caso che ha visto le dimissioni nel corso della prima serata della ministra sono scoppiate a causa dello scandalo causato dalla cosiddetta «Palestra che non esiste».
Questa, collocata presso la stessa residenza della campionessa olimpionica, presentava delle profonde irregolarità dal punto di vista amministrativo e fiscale.
 
Non si riusciva, secondo anche quanto riportato nei giorni scorsi dal «Fatto Quotidiano», a capire come venissero pagati gli assunti e registrati gli incassi, il prezzo di un abbonamento variava tra i 45 e i 60 euro al mese, per la strana attività commerciale.
Ma non era solo questa l’unica irregolarità. Josefa Idem, proprietaria dell’attività, si era  giustificata affermato che questa era stata affidata a suoi collaboratori di fiducia che l’avrebbero improvvisamente tradita.
 
L'annuncio, per ritornare al tema principale, è giunto dopo l'incontro a Palazzo Chigi tra ormai l'ex ministro con il premier. Il colloquio è durato oltre un'ora.
«Come Ministra – ha commentato Josefa Idem – ho tenuto duro in questi giorni, perché in tanti mi avevano detto che questi momenti fanno parte del gioco.
«La persona Josefa Idem, già da giorni invece, si sarebbe dimessa a causa delle dimensioni mediatiche sproporzionate della vicenda e delle accuse aggressive e violente, nonché degli insulti espressi nei suoi confronti.
«Quando sono salita dal Presidente Letta avevo già maturato la decisione di dimettermi, ma ho comunque voluto condividere con lui l'attenta valutazione del quadro venutosi a creare ed esporgli la scarsa rilevanza di quanto imputatomi.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni