Home | Interno | Politica | La Lega Nord ironizza sulle notizie dell’inchiesta Giano Bifronte

La Lega Nord ironizza sulle notizie dell’inchiesta Giano Bifronte

«L'autonomia di Dellai: i pedaggi pagati dai Trentini per le cene della Margherita»

Com'era da aspettarsi, la Lega Nord non ha esitato ad emettere un comunicato a commento delle ultime intercettazioni uscite dall'inchiesta «Giano Bifronte». Troppo ghiotto lo spunto per un buon «copy».
Ma proprio perché oltre ad essere ghiotto è anche di un tempismo unico, non crediamo alle coincidenze delle notizie uscite… per caso. A vantaggio di Dellai solo il fatto che la Margherita non è più tra i partiti presenti nelle liste elettorali.
Ecco il testo del comunicato.

Da cittadini non siamo certo contenti di quanto sta accadendo. Il Trentino esce nel modo peggiore da questa inchiesta: una immagine di un territorio dove a decidere sono in pochi e dove le disponibilità finanziarie sono talmente tante per cui si possono usare i soldi dei pedaggi autostradali pagati dai cittadini per finanziare le cene elettorali della Margherita.
Un Trentino dove si rischia di perdere anche la fiducia nella magistratura amministrativa a causa dei collegamenti tra i potenti di turno (Grisenti e Dellai) e i giudici del TAR nominati dalla Provincia. Chissà cosa penseranno di questi fatti i tanti cittadini che hanno speso migliaia di euro per una causa amministrativa contro la Provincia e puntualmente l'hanno poi persa.
E chissà cosa dicono di questi scandali coloro che vedono la nostra autonomia come un privilegio: andando avanti così arriveranno a pensare che in Trentino la autonomia serve per dare soldi agli «amici degli amici», e che quindi si può anche togliere se è gestita in questo modo. E sono queste politiche, questo modo di gestire la autonomia da parte di Dellai e del centrosinistra, a mettere a rischio la nostra autonomia. E' il modo clientelare di usare i soldi pubblici a mettere a rischio la autonomia di fronte ai suoi detrattori. Non è la Lega che indebolisce la autonomia come continuano a dire: loro sono i principali responsabili del messaggio negativo di privilegio che oggi investe la nostra autonomia di fronte alle regioni confinanti.
Oggi Dellai ci verrà ovviamente a dire che nulla sapeva e che tutto accadeva sotto il suo «naso» senza che egli nulla vedesse. Ogni giorno che passa questa tesi è sempre meno credibile, e lo è anche nei tanti trentini che hanno nel cuore la gestione pulita e onesta della politica e dell'autonomia.

Lega Nord Trentino
Il Segretario Nazionale
On. Maurizio Fugatti

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni