Home | Interno | Politica | Conclusa la campagna elettorale del Centrodestra

Conclusa la campagna elettorale del Centrodestra

In una vera e propria adunata con i ministri Umberto Bossi e Giulio Tremonti alla Sala della Cooperazione

image

L'Auditorium della Cooperazione era pieno zeppo e non si sono verificati problemi di sorta, anche se erano state annunciate azioni di disturbo da parte di gruppi estremisti. Solo l'Europarlamentare Erminio Boso è stato oggetto di un uovo fresco (nell'ultima foto in basso, ripreso di schiena, attorniato dai giornalisti che raccolgono i suoi... commenti) di qualcuno che lo ha colpito a tradimento sul collo. Ma quando sono venuti i leader del Centrodestra e i ministri Bossi e Tremonti, accompagnati da due sottosegretari e i politici locali, c'è stata un'ovazione. Bossi è davvero popolare e la sua figura è mitica per i suoi sostenitori, che hanno intonato il «Va' pensiero».

Fugatti e Divina hanno preso la parola con una certa emozione, felici di aver portato al termine della campagna elettorale dei personaggi di questo calibro.
«Sembrava un gruppo di barchette che andavano all'attacco di una corazzata. - ha concluso Divina. - E invece siamo riusciti a mettere in crisi la potentissima fortezza di Dellai!»
Fugatti ha presentato gli ospiti della serata, ricordando come Dellai - al contrario - non avesse dei ministri da italiani da invitare a conclusione della campagna. Poi ha passato la parola agli ospiti.
Sia Bossi che Tremonti hanno ottenuto consensi a non finire. Però non è detto che abbiano fatto necessariamente gli interessi dei candidati del Centrodestra Trentino.

Bossi, notoriamente critico contro «Roma ladrona» e contro il Centralismo, ha esordito con una frase che ha fatto inorgoglire i presenti, ma certamente ha spezzato una lancia a favore di Dellai.
«State bene qui… - ha osservato. - Ho visto delle bellissime cose. Voi sapete come amministrarvi. Voi andate a Roma a parlare di Trento, invece di tanti altri che poi tornano a casa a parlare di Roma.»
Applausi a non finire, ma è inutile negare che chi ha fatto le cose in Trentino fin qui non sia stato il Centrodestra.
Anche sui punti critici del Centrosinistra, Bossi ha saputo cogliere puntualmente gli aspetti negativi delle opposizioni nazionali, ma francamente non ha trovato nulla da ridire contro il Governo Dellai. Insomma è venuto a tessere le lodi al Trentino, e di questo tutti devono essergli grati.

Tremonti ha attaccato i temi notoriamente attaccabili del governo Prodi e del Centrosinistra nazionale in genere. E lo ha fatto con puntualità e cognizione di causa. In particolare ha ricordato come Padoa Schioppa, al Festival dell'Economia, avesse detto in un suo intervento che «la crisi dei mutui non aveva nulla da spartire né per dimensioni né per conseguenze con quella del '29».
«E quello era il ministro dell'Economie di Prodi!» ha commentato (applausi).
Poi ha criticato tutta la demagogia del Centrosinistra nazionale, e dobbiamo dire che gran parte di quello che ha detto era vero. Quanto al Centrodestra e la crisi, Tremonti ha detto che «Ci sarà la crisi, è fuori dubbio, ma vi ricordo che c'è anche un Governo!»
Dellai, invece, ha da tempo messo in atto le difese contro la crisi che, come ha annunciato Tremonti, sarà dura e lunga. Anche Tremonti dunque, che conosce le iniziative di dellai, ha trovato solo travi negli occhi delle opposizioni nazionali, ma neanche una pagliuzza negli occhi del Centrosinistra trentino.
Le uniche cose che ha potuto pronunciare a favore dei candidati locali sono stati due slogan.
«È caduto il Muro di Berlino - ha detto, - cadrà anche il Muro del Trentino.»
E ha salutato così: «Concludo con uno slogan: Con Dellai ti pentirai, Con Divina il Trentino non declina.»
Vent'anni fa, ma Tremonti non poteva saperlo, Dellai era stato eletto sindaco di Trento proprio con lo slogan «Con Dellai non ti pentirai», e nessuno si è pentito. Per Divina, forse non è stata molto felice la scelta di una «litote», cioè l'affermare un concetto negandone il contrario.
Ad ogni modo, è stata una serata che ha certamente legato e fondato i sostenitori del Centrodestra.









Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni