Home | Interno | Rovereto | Due anni senza Paolo Manfrini

Due anni senza Paolo Manfrini

Paolo Farinati: «Grazie Paolo, non possiamo e non vogliamo dimenticarti»

image

 >
Il 10 luglio 2018, esattamente due anni fa, ci lasciava l'amico Paolo Manfrini. Paolo lasciava, innanzitutto, le sue adoratissime Marisa, Francesca e Ariele. Ma Paolo lasciava sole e certamente più povere la sua Lizzana, la sua Rovereto, il suo Trentino. Paolo Manfrini, infatti e indiscutibilmente, amava moltissimo queste tre comunità. Per Lizzana ha donato il suo amore per il teatro, ereditato certamente dal padre Talieno, pensando alla Filodrammatica di Lizzana e alla meravigliosa rassegna del Sipario d'oro.
Per Rovereto come non citare il Festival Oriente Occidente, con cui ha saputo portare in città artisti di valenza mondiale da ogni continente, ma pure il valore politico e amministrativo di Rovereto Insieme, in cui Paolo vedeva fondersi una comunità dalla storia e dal futuro unici, per l'appunto Rovereto, da ricordare e da costruire positivamente Insieme.
Per il Trentino Paolo Manfrini pensò e propose agli allora pubblici amministratori provinciali la fortunatissima farfalla, e la accompagnò con grande emozione di milioni di turisti con I Suoni delle Dolomiti.
Tutto questo oggi ci sembrano cose normali, ma normali non lo sono per nulla. Le dobbiamo alle visioni di Paolo Manfrini, al suo modo unico, e proprio per questo straordinario, di amare e di saper interpretare la sua comunità, la sua Lizzana, la sua Rovereto, il suo Trentino.
Guai se ad una comunità, piccola o grande che sia, manca una visione, un sogno di crescita, di libertà, di benessere collettivo.
Grazie Paolo, non possiamo e non vogliamo dimenticarti.

Paolo Farinati

 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni