Home | Interno | Rovereto | I commenti alla manovra del Comune di Rovereto/ 2

I commenti alla manovra del Comune di Rovereto/ 2

Ripartenza di Rovereto, il plauso dell’Unione – Soddisfatto il presidente Fontanari: «Accolte le nostre proposte, un sostegno importante per le imprese»

image

>
Il Consiglio comunale di Rovereto ha approvato una manovra economica straordinaria per combattere i devastanti effetti sull’economia roveretana e lagarina causati dall’emergenza epidemiologica da Covid-19 e dal lungo lockdown di molte attività economiche: 6 milioni di euro per interventi e misure d’urgenza per attuare una nuova strategia per la ripartenza della città di Rovereto.
 
Fin dall’inizio dell’emergenza e dopo la chiusura obbligata di molte attività nel marzo scorso, l’Unione Commercio e Turismo di Rovereto e Vallagarina si è attivata a tutti i livelli per mettere in campo azioni di supporto alle imprese ed ai professionisti, duramente penalizzati dagli effetti di questa pandemia.
Il presidente Marco Fontanari aveva chiesto un incontro con il sindaco Francesco Valduga, nel quale aveva evidenziato i timori che molti imprenditori nutrivano già allora per un futuro ricco di incognite, sottolineando la necessità di provvedimenti straordinari, urgenti ed efficaci per evitare la possibile chiusura di molte piccole attività commerciali ed artigianali, pubblici esercizi e ristorazione, servizi alla persona, i settori maggiormente penalizzati.
L’Unione aveva presentato il progetto «Rovereto città sicura, accogliente ed ospitale» contenente una serie di proposte concrete ed attuabili.
 
«Da parte nostra un doveroso riconoscimento a quanto messo in campo dal Comune di Rovereto, – commenta Marco Fontanari, – grazie al coinvolgimento del consiglio comunale e delle commissioni consiliari bilancio e politiche sociali la manovra approvata è stata ampiamente condivisa.
«Avevamo previsto le grandi difficoltà che imprese e professionisti stanno incontrando nella fase di ripartenza e per questo avevamo fin da subito chiesto al Comune di Rovereto - ma anche di Ala, Mori ed Avio - di mettere in campo ogni possibile azione per sostenere il tessuto economico nella fase2 della pandemia.
«Diamo atto al Comune di Rovereto di aver colto la gravità di questo momento storico e di aver recepito molte delle proposte che avevamo presentato: dall’allargamento dei plateatici e concessione di spazi espositivi esterni anche per le attività commerciali, già concessi dal 29 maggio scorso, agli sgravi su imposte e tributi locali quali imis, tassa occupazione suolo pubblico e tassa rifiuti, alle politiche di incentivazione alla frequentazione dei nuclei urbani della nostra città.
«In questo senso la richiesta di concedere la sosta gratuita, incentivando nel contempo anche l’utilizzo della mobilità sostenibile e del trasporto pubblico.
«Siamo stati ascoltati e la condivisione delle misure messe in campo rappresenta un importante punto di partenza.»
 
Il presidente Fontanari guarda avanti e lancia un messaggio di fiducia.
«Sappiamo che la strada è ancora lunga, gli effetti di questa crisi senza precedenti dureranno a lungo ma se anche i nostri concittadini capiranno l’importanza, oggi più che mai, di aiutare le attività economiche locali, le tante piccole e piccolissime imprese del nostro territorio, facendo acquisti nei nostri negozi, consumando nelle attività di ristorazione, frequentando i pubblici esercizi ed utilizzando i servizi che offrono le aziende artigiane, gli studi ed i professionisti, allora siamo convinti che, tutti insieme, supereremo l’attuale difficile situazione.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni