Home | Interno | Rovereto | Rovereto, Bisesti in visita all’Istituto professionale alberghiero

Rovereto, Bisesti in visita all’Istituto professionale alberghiero

In arrivo il 5° anno per conseguire il diploma di maturità alberghiera: è fondamentale

image

>
Visita oggi dell’assessore provinciale all’istruzione Mirko Bisesti all’Istituto professionale alberghiero di Rovereto, diretto da Andrea Schelfi.
L’Istituto, in viale dei Colli, è frequentato attualmente da circa 300 studenti, suddivisi nei tre indirizzi di: gastronomia e arte bianca; accoglienza e ospitalità; panificazione e pasticceria.
Fra i temi al centro dell’incontro, oltre naturalmente alle difficoltà create dalla pandemia di Covid-19, la questione degli spazi, suscettibili di ulteriori ampliamenti, e la prossima attivazione di un Capes, Corso annuale per l'Esame di Stato di Istruzione Professionale, rivolto come noto agli studenti che hanno conseguito il diploma al termine del percorso quadriennale e che in questo modo accedono al Diploma di maturità alberghiera.
L’Istituto professionale alberghiero di Rovereto è ospitato in un edificio risalente al 1904, sorto come Istituto Pellagrologico, a cui si è aggiunta nel 2017 anche una nuova struttura.
 
Nel corso della visita il direttore Schelfi ha illustrato l’ampio ventaglio di opportunità offerte a chi lo frequenta, destinato ad ampliarsi con l’attivazione del quinto anno di corso e, dal prossimo autunno, anche l’avvio del nuovo filone di panificazione e pasticceria.
L’assessore Bisesti ha ringraziato a sua volta il personale docente e gli studenti incontrati nei diversi laboratori, complimentandosi per professionalità dimostrata.
«La formazione professionale ha una lunga e gloriosa tradizione in Trentino – ha detto – e i risultati, quando dalle aule si passa al mondo del lavoro, si vedono. Capisco quanto sia difficile in un momento come questo trovare la giusta concentrazione e la necessaria serenità per portare avanti il proprio percorso formativo – ha aggiunto – ma dobbiamo tutti tenere duro e dovete farlo soprattutto voi che rappresentate il futuro di questa terra. Auguro a tutti di trovare, ora e in futuro, le giuste e necessarie gratificazioni.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni