Home | Interno | Rovereto | Premio Internazionale Città della Pace a Lampedusa – Città Invisibili

Premio Internazionale Città della Pace a Lampedusa – Città Invisibili

Per due giorni Maria Dolens è scesa dal Colle di Miravalle e assieme a più di 200 artisti ha mostrato la bellezza della diversità umana

image

Cinquanta diverse città sono state rappresentate animando il centro storico di Rovereto.
Piazza San Marco, via delle Fosse, via Valbusa Grande, Piccola, via Forni, piazzetta Maccalè, via del Ghetto, Via Rialto, il Campiello del Trivio.
Tutti luoghi ben noti a coloro che vivono Rovereto, ma per la prima volta non sono stati interpretati come luoghi di passaggio, erano palcoscenici, città, espressioni di culture differenti di chi vive il mondo anche con l’arte e grazie all’arte.
Decine di associazioni, centinaia di artisti hanno partecipato a questo evento per Lampedusa, per la Campana dei Caduti per la Pace, per il pubblico, ma anche per loro stessi, e la città nella sua interezza si è stretta intorno a questa festa della Pace.
 
Sabato 6 luglio in piazza S. Marco il Reggente della Fondazione Opera Campana dei Caduti Prof. Alberto Robol, alla presenza del Vicesindaco di Rovereto Geom.
Giampaolo Daicampi, ha consegnato il Premio Internazionale Città della Pace al Vicesindaco di Lampedusa Dott. Damiano Sferlazzo ricordano che Lampedusa è «porta di civiltà che si apre al Mondo, luogo di solidarietà ed accoglienza» e ha auspicato che la collaborazione possa continuare, come nei mesi passati.
Il Reggente ha poi espresso le sue felicitazioni a tutta l’isola per l’imminente ed importante visita di Papa Francesco, ricordando quindi come la Fondazione ha consegnato questo premio a Lampedusa per lo stesso motivo per cui Sua Santità visiterà il lembo di terra più a sud d’Europa.
 
Il Vicesindaco della città di Rovereto Geom. Daicampi ha ringraziato il Vicesindaco Sferlazzo ricordando come le attività con la municipalità lampedusana hanno radici lontane, dal natale dei popoli di 2 anni fa, passando per il Premio Internazionale Città della Pace che non deve essere un punto di arrivo ma un punto intermedio della collaborazione tra le due municipalità.
 
Il Vicesindaco, ritirando il premio, ha ringraziato la Fondazione Opera Campana dei Caduti, il Comune di Rovereto e tutti i cittadini.
Tale premio per l’isola è molto importante e di grande rilevanza, poterlo ritirare è stato per lui un grande onore.
Visibilmente emozionato ha successivamente ricordato come i preparativi nell’isola per l’imminente visita di Papa Francesco siano grandiosi per un’isola di 6.000 persone, di pochissime infrastrutture e con solo 8 giorni di preavviso, ma ha voluto ricordare come la presenza sull’isola del Papa per una brevissima visita sia un onore per Lampedusa e tutta la cittadinanza.
 
 
 
 
 
 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni