Home | Interno | Rovereto | A Rovereto uno spazio da vivere per bambini e genitori

A Rovereto uno spazio da vivere per bambini e genitori

Da ottobre in Via Benacense un luogo in cui incontrarsi e sostenersi tra famiglie

La nostra società in questi ultimi anni è stata interessata da rapidi e importanti cambiamenti che hanno contribuito alla creazione di un generale senso di incertezza.
Questa complessità ha influito anche sui compiti delle famiglie che sempre più spesso si trovano ad affrontare difficoltà sul fronte relazionale, legate alla mancanza di occasioni di confronto e aiuto reciproco.
Per rispondere a questi nuovi bisogni relazionali è importante creare spazi di aggregazione per stimolare la crescita di relazioni di sostegno, il senso di appartenenza alla comunità e, conseguentemente, lo sviluppo del capitale sociale.
 
Queste sono, in sintesi, le principali ragioni per cui a Rovereto sta nascendo uno spazio di incontro per mamme, papà, bambine e bambini.
Un punto di riferimento tra le famiglie in grado di favorire la nascita di amicizie, la condivisione di pensieri, desideri e preoccupazioni in un momento di vita in cui il neonato accentra energie e attenzioni.
Considerato che la famiglia è il luogo principale in cui si consolidano le relazioni basate sulla gratuità, il progetto si pone anche l'obiettivo di  favorire l'esportazione di tali relazioni all'intera comunità, così da promuoverne lo sviluppo, e realizzare forme di responsabilizzazione, sostenibili sotto il profilo economico, alternative a quelle di tipo istituzionale.
 
A partire dal mese di ottobre 2013, l'Assessorato ai Servizi alla Persona e Politiche familiari del Comune di Rovereto in collaborazione con la Cooperativa Sociale di Trento «Progetto '92» offrirà questo nuovo spazio multifunzionale alle famiglie e ai bambini dai 0 ai 7 anni d'età attrezzato per il gioco in sicurezza, con materiali ludico-ricreativi adatti alle varie fasce d'età dove genitori e bambini potranno socializzare, intessere relazioni e trascorrere momenti di relax insieme ad altre famiglie.
Secondo un processo di sviluppo graduale, le famiglie saranno inizialmente accolte da un facilitatore nella prospettiva che si costituisca un gruppo aperto che possa poi autogestire gli incontri e lo spazio allestito ad hoc.
 
Sono previsti, inoltre, momenti dedicati ai padri separati che non dispongono di spazi adeguati, per poter giocare e stare con i propri figli.
Questa «Casa genitori-bambini» avrà a disposizione un giardino, due sale con servizio annesso, e sarà colloca nell'immobile in via Benacense 27 dietro l'ex scuola Edile, a fianco della Chiesa di S. Croce.
 
 INFO  Cooperativa Progetto 92 - 0461/823165 - direzione@progetto92.net.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni