Home | Interno | Rovereto | Operaio della Marangoni muore mentre lavora al reparto presse

Operaio della Marangoni muore mentre lavora al reparto presse

Dura protesta dei dipendenti e cordoglio del presidente Bruno Dorigatti: si parla di temperature che raggiungono anche i 47 gradi

Un operaio di 54 anni residente a Volano Carmine Minchino, si è sentito male mentre stava lavorando al reparto presse della Marangoni Pneumatici di Rovereto.
Subito soccorso dai compagni di lavoro, è stato portato con l’ambulanza all’ospedale di Rovereto, dove è stato trattato per abbassargli la temperatura del corpo.
Purtroppo però ha cessato di vivere verso le 3.30 di stanotte.
Inevitabile la protesta dei lavoratori dell’azienda di Rovereto, che si lamentano come le temperature del reparto presse raggiungano livelli insopportabili per il corpo umano.
Si parla di punte di 47 gradi.
 
 Il cordoglio del presidente del Consiglio Provinciale 
«Esprimo il mio più profondo cordoglio e quello dell’intero Consiglio provinciale per la morte dell’operaio della Marangoni, deceduto questa notte dopo un malore occorso sul luogo di lavoro.
Un fatto tragico che, sommandosi al grave incidente avvenuto ieri a Campiglio e che ha coinvolto due addetti dell’edilizia,  ci impone di tenere sempre accesa l’attenzione sui temi del lavoro e della sua sicurezza.
Gli organi preposti ora faranno chiarezza e getteranno luce su una morte così dolorosa: nel frattempo, le Istituzioni provinciali sono vicine alla famiglia, agli amici e ai colleghi dell’operaio Carmine Minchino.»
Bruno Dorigatti
 
 Il rammarico e la protesta di Cgil Cisl Uil del Trentino 
Cgil Cisl Uil del Trentino insieme alle federazioni di categoria del comparto chimico, Filctem Femca Uiltec seguono con grande attenzione il caso dell’operaio colto da malore alla Marangoni Gomme ieri sera e, purtroppo deceduto questa notte.
«Quanto accaduto suscita un profondo rammarico. Ma al di là delle reazioni dettate dall’emotività è necessario fare luce in tempi rapidissimi sui fatti per accertare le cause che hanno portato al verificarsi di una circostanza così grave.
Chiediamo fin da subito agli organi preposti di avviare tutte le procedure del caso per fare piena luce sulla questione e individuare eventuali responsabilità.»
In attesa di maggiori elementi di chiarezza Cgil Cisl Uil Trentino con le tre organizzazioni di categoria esprimono il proprio cordoglio alla famiglia dell’operaio scomparso.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni