Home | Interno | Rovereto | Emergenze ambientali a Rovereto: aggiornamento del Comune

Emergenze ambientali a Rovereto: aggiornamento del Comune

Settimane di fuoco per l'Amministrrazione comunale che deve giostrarsi tra cittadini con scarso senso civico e cittadini che giustamente si lamentano

Puzze, polveri nere, rifiuti abbandonati con scarso senso civico e cittadini che lamentano e reclamano legittimamente al Comune un immediato intervento.
Sono settimane di fuoco per l'assessore all'ambiente Carlo Plotegher che oggi 29.7 – assistito dai tecnici del Comune - ha avuto una serie di incontri su sollecito dei responsabili della Rollbau, impresa di costruzioni, i quali avevano segnalato la presenza nel proprio cantiere di una inquietante «polvere nera» (anche i censiti di Lizzana avevano sollevato il problema).
Dalle prime verifiche risulta che analoghe segnalazioni siano state avanzate agli uffici preposti dal 2002 e l'assessore sta cercando in queste ore di fare il punto sugli interventi compiuti e le possibili soluzioni.
Un sopralluogo della Polizia Municipale è già stato programmato.
L'ufficio attende nel frattempo di conoscere le azioni che Agenzia APPA intende intrapredere a seguito dello sversamento sul Rio Coste del 10 luglio scorso.
 
Le riunioni tecnico-operative per mettere a punto azioni di tutela sono proseguite anche in questi ultimi giorni.
E' però il fenomeno della puzza ad inquietare maggiormente la cittadinanza.
«A tal proposito già il 1 luglio scorso avevo scritto all'assessore provinciale Gilmozzi per chiedere un intervento urgente sul piano normativo» afferma Plotegher.
«Benchè infatti la normativa trentina in tema di materia ambientale sia molto attenta e dettagliata, non esistono parametri oggettivi per l'inquinamento olfattivo. Nelle vicine regioni del Veneto e della Lombardia, ma anche in Baviera, sono state da tempo definite le unità olfattometriche di soglia che il Trentino al momento ancora non ha, il che ci inibisce dalle azioni di rilevazione, vigilanza e sanzionamento. Con una nuova lettera abbiamo sollecitato al riguardo proprio ieri l'Assessore Gilmozzi (28 luglio n.d.r.).»
C'è poi il problema dei rifiuti che molto ha a che fare con il senso civico del cittadino.
 
«Siamo intervenuti in questi giorni in più occasioni, anche grazie alla segnalazione dei cittadini, per ripulire i Parchi e controllare l'area dei Lavini, una zona boscata coperta dalla costante vigilanza della Stazione forestale di Rovereto e Vallarsa. Uno dei compiti principali svolti dagli operatori è il monitoraggio dell'abbandono dei rifiuti, ascrivibile soprattutto ad accessi serali e notturni nell'area. Con grande amarezza notiamo che è stato riscontrato un incremento degli illeciti (già 4 casi in questo primo semestre). Stiamo studiando come tutelare l'area e al tempo stesso siamo impegnati a rilevare le maggiori criticità. Pensiamo ad esempio di implementare soprattutto il servizio di raccolta nel centro storico dove la presenza dei sacchi concorre a peggiorare la percezione del degrado.»
Il problema è come indurre nel cittadino un maggiore senso civico.
«Per noi si tratta non solo di rispondere a norme di legge stringenti e a una forte domanda, più che legittima e condivisibile, di pulizia. Si tratta anche di produrre una nuova cultura che rimanda a regole di civile convivenza, ci appelliamo al senso di responsabilità del cittadino, requisito minimo e inderogabile, per avere una città pulita.»
E a tal proposito la Giunta non più tardi di ieri (28.7) ha deciso in sede di variazione di bilancio un intervento proposto dall'Assessore Pltoegher che prevede l'assegnazione di un apposito capitolo di spesa di 45.000 euro, utili per un intervento di pulizia straordinaria della città.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni