Home | Interno | Rovereto | Grande jazz col concerto dell'Enrico Rava New Quartet

Grande jazz col concerto dell'Enrico Rava New Quartet

Si esibirà sabato 8 agosto in piazzetta Sigismondo Moll di Villa Lagarina

image

Enrico Rava.

Grande musica a Villa Lagarina: sabato suona il trombettista di fama mondiale Enrico Rava, accompagnato da strumentisti di altissimo livello quali Francesco Diodati (chitarra), Gabriele Evangelista (contrabbasso) Enrico Morello (batteria).
Il concerto comincia alle 21 in piazzetta Sigismondo Moll e sarà preceduto da «Lumi sul Jazz»: due parole con i musicisti a cura di Giuseppe Segala.
Per l'assessore alla cultura Marco Vender: «Grazie alla collaborazione con la Scuola musicale Jan Novák, nell'ambito del circuito «Trentino In Jazz 2015 - Lagarina Jazz Festival» proponiamo a Villa Lagarina un concerto di primissimo piano. Enrico Rava è il jazzista italiano più conosciuto e apprezzato a livello internazionale, i musicisti che lo accompagnano rappresentano il meglio della nuova generazione in Italia.»
Gli fa eco il direttore della Jan Novàk, Marco Bruschetti: «Rava è il miglior esponente della scuola italiana del jazz. Da anni si fa accompagnare da giovani musicisti, lanciandoli così verso importanti carriere personali. A Villa Lagarina ascolteremo un quartetto di straordinario talento. La filosofia di Rava sposa quella che proponiamo con questi concerti: l'incontro tra generazioni.»
 
Il concerto dell'Enrico Rava new quartet è proposto dalla Scuola musicale Jan Novak e dal Comune di Villa Lagarina.
Enrico Rava è, oltre che un grandissimo musicista, un altrettanto eccellente talent-scout, che ha scoperto e valorizzato tanti musicisti che si sono avvicendati nei suoi gruppi; tra questi ricordiamo Gianluca Petrella, Stefano Bollani, Roberto Cecchetto, Giovanni Guidi.
Pure Massimo Urbani fu tra i giovani talenti che Rava contribuì a far conoscere.
Anche questo nuovo quartetto diretto dal trombettista mette in scena alcuni tra i più forti musicisti della nuova generazione in Italia.
C’è il chitarrista Francesco Diodati, splendido talento emerso negli ultimi anni, che ha già al proprio attivo registrazioni molto interessanti, tra cui spicca «Space Bone» del trio Plutino, con il batterista Bobby Previte.
 
C’è il contrabbassista Gabriele Evangelista, che abbiamo già avuto modo di apprezzare nel quintetto di Rava con Gianluca Petrella, Giovanni Guidi e Fabrizio Sferra, che ha tra l’altro registrato il cd «Tribe» per l’etichetta Ecm.
C’è il batterista Enrico Morello, scaturito da una fertile scena romana, che ha visto brillare Roberto Gatto e Fabrizio Sferra.
Con i giovani, Rava si sente a proprio agio: viene stimolato nella sua inesauribile sete di avventura e nell’esplorazione di nuovi territori musicali.
Certamente il suo progetto di punta, oggi, è quello presentato a Villa, dove il trombettista ha modo di stimolare il proprio intenso lirismo, di percorrere in modo sempre nuovo e differente le vie che caratterizzano il suo approccio e il suo stile.
Informazioni e prenotazione biglietti 342 1330005; direzione@scuolanovak.it; www.trentinojazz.com; botteghino sul luogo del concerto a partire dalle ore 20 il giorno dello spettacolo; ingresso 10 euro.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni