Home | Interno | Rovereto | Rovereto: «Le casse del Comune sono in salute»

Rovereto: «Le casse del Comune sono in salute»

La Giunta di Valduga ha varato il rendiconto della gestione dell’esercizio 2017 e approvato la relazione che lo accompagna

 
Nel corso dell'ultima seduta di Giunta, l'esecutivo Valduga ha varato il rendiconto della gestione dell’esercizio 2017 e approvato la relazione che lo accompagna.
La gestione 2017 ha portato ad un risultato positivo per il Comune di Rovereto, registrando un avanzo di amministrazione «libero» di €. 14.763.387,26, il cui utilizzo è però normato e stabilito dalla Legge per specifiche finalità, esempio: la copertura dei debiti fuori bilancio, per la salvaguardia degli equilibri di bilancio, per il finanziamento di spese di investimento, per la copertura di spese correnti a carattere non permanente, per l’estinzione anticipata dei prestiti.
Uno degli utilizzi dell’avanzo libero è quello che consente l’applicazione degli spazi finanziari concessi dalla PAT per la realizzazione di investimenti, con i criteri ed i limiti stabiliti dallo stesso ente provinciale.
 
L’avanzo di amministrazione complessivo, di per sé positivo per i conti e le risorse dell’ente, è dunque costituito da voci che rientrano in specifici capitoli contabili, il cui utilizzo è disciplinato.
C’è poi un «accantonamento» di €. 3.315.892,40 il cui utilizzo è possibile solo a seguito del verificarsi dei rischi per i quali sono stati accantonati.
L’ avanzo «vincolato» ammonta a €. 3.793.265,90, formatosi grazie alle entrate già accertate ed alle economie di bilancio delle spese che tali entrate finanziano.
Esso contiene, tra l’altro, il legato Mutinelli, il lascito Delaiti, entrate a supporto delle spese che il Comune sostiene per gli immigrati, vincoli per erogazioni di trattamenti fine rapporto.
 
Parte di esso verrà applicato a finanziamento di specifiche spese nel corso del 2018.
C’è infine un avanzo «destinato» per €. 195.648,59. Anch’esso formato da economie di spesa finanziate da entrate iscritte a bilancio 2017.
La distinzione rispetto all’avanzo vincolato è che la parte destinata non ha determinazioni preventive specifiche di utilizzo, in quanto le entrate sostengono categorie generali di spesa.
Solitamente esso viene applicato a finanziamento di spese di investimento.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni