Home | Interno | Rovereto | Concorso «Dalle antiche misurazioni della Terra al 3 D»

Concorso «Dalle antiche misurazioni della Terra al 3 D»

Oggi la premiazione alla scuola secondaria Degasperi di Borgo Sacco con l'assessore Carlo Daldoss

Sono stati i ragazzi e le ragazze di II D della scuola secondaria di primo grado «Degasperi» di Borgo Sacco, dell'Istituto comprensivo di Isera, ad aggiudicarsi il concorso indetto dal Collegio dei Geometri «Dalle Antiche misurazioni della Terra al 3D».
In palio vi era un allestimento multimediale di un’aula della propria scuola; obiettivo del concorso, riservato alle classi seconde degli Istituti Secondari di Primo Grado del Trentino, l'approfondimento del ruolo del geometra nel corso della storia.
A consegnare i premi - tablet in grado di connettersi alle lavagne interattive - è stato stamattina l'assessore provinciale alla coesione territoriale, urbanistica, enti locali ed edilizia abitativa, Carlo Daldoss; con lui anche il dirigente Giuseppe Santoli, il presidente del Collegio Geometri Stefano Cova e l'insegnante dei ragazzi, Patrizia Filigrana.
L'assessore Daldoss, nel ringraziare il Collegio per l'impegno profuso sul territorio, si è rivolto ai ragazzi: «l'impegno e il lavoro che dedicate all'apprendere, vi aiuta a crescere ed è un investimento che troverete nel futuro», sono state le sue parole.
 
Quindi l'insegnante Filigrana ha ripercorso il progetto, che ha visto la creazione di una app, «Prezi», nella quale si ripercorre l'evoluzione della professione fino al presente con indagini statistiche dedicate al quartiere, un lavoro notevole che, come ha ricordato il presidente dei Geometri Cova, ha visto gli alunni lavorare al di fuori dell'orario scolastico.
La strumentazione donata alla classe, come ha evidenziato infine il dirigente Santoli, andrà a beneficio di tutto l'Istituto, che può già contare su oltre 40 lavagne interattive.
Gli oltre 140 alunni iscritti al concorso si sono impegnati nella produzione di progetti illustranti l’evoluzione della professione del geometra a partire dai tempi antichi per arrivare fino ad oggi.
Attraverso video, relazioni, slides le classi aderenti l’iniziativa hanno descritto lo sviluppo di una professione che ponendo le radici in epoche remote è cresciuta a fianco dell’evoluzione della tecnica ed ha saputo dotarsi di strumenti innovativi per lo svolgimento di un’attività a passo con i tempi.
Accanto agli studenti di Borgo Sacco, la giuria ha riservato particolare menzione al lavoro presentato dalla seconda C dell’Istituto comprensivo del Chiese «Don Milani» di Storo, inoltre è stato apprezzato l’impegno ed il lavoro svolto da docenti ed alunni di altri istituti aderenti, Cembra e Fiera di Primiero.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni