Home | Interno | Rovereto | A Rovereto nasce Betania, la solidarietà al centro

A Rovereto nasce Betania, la solidarietà al centro

Si inaugura sabato 10 novembre alle ore 14.30 lo stabile ristrutturato, proprietà della parrocchia di San Marco, destinato a sei realtà solidali

image

Sarà inaugurato sabato 10 novembre alle ore 14.30 a Rovereto il nuovo centro di solidarietà «Betania», ricavato nella struttura appena rinnovata in via Bridi, ultima parte del complesso «Beata Giovanna», di proprietà della parrocchia di San Marco.
A «Betania» troveranno accoglienza varie realtà: l’associazione «Cantiere Famiglia» (per la zona pastorale della Vallagarina), il negozio Altr'uso della Caritas con l'annesso laboratorio, il Fondo decanale di solidarietà con il Credito solidale, il Centro di Aiuto alla Vita, il Punto di ascolto inter-parrocchiale San Marco e Sacra Famiglia, alloggi della Fondazione Famiglia Materna per persone in difficoltà.
 

 
All'inaugurazione parteciperà anche l’arcivescovo Lauro e i rappresentanti del Comune di Rovereto e della Provincia Autonoma di Trento.
Alla conferenza stampa di presentazione giovedì 8 novembre, nella sede di «Betania», sono intervenuti il parroco di San Marco e vicario di zona don Sergio Nicolli e i rappresentanti delle realtà che troveranno ospitalità nella nuova struttura ecclesiale: don Cristiano Bettega, Delegato Area Testimonianza della Diocesi (comprendente anche Caritas), Cristina Garniga e Andrea Silli per la Fondazione Famiglia Materna, Luisa Masera per l’associazione Cantiere Famiglia, Graziano Manica per il Fondo decanale di solidarietà, Daniela Pezzato del Centro di Aiuto alla Vita e Mirella Stofella per il Punto di ascolto interparrocchiale.
 

 
L’inaugurazione avviene a poco più di due anni dall’inizio dei lavori (febbraio 2016) terminati nel marzo scorso.
Da aprile ad oggi sono state sottoscritte le convenzioni con associazioni e fondazioni per l’utilizzo dei locali dello stabile.
Il costo complessivo - ha dettagliato Stefano Robol, a nome del Consiglio Affari Economici della parrocchia di San Marco - ammonta a 1.850.000 euro (IVA compresa) finanziato con il contributo della Provincia (1.162.550 euro), della Comunità di Valle (50.000 euro), grazie a cessioni di proprietà della parrocchia di S. Marco per 455.000 euro e un contributo straordinario della Fondazione Comunità Solidale per 120.000 euro.
Resta un disavanzo a carico della parrocchia di 62.450 euro.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone