Home | Interno | Rovereto | Caduto per il maltempo, rivivrà in piazza a Rovereto

Caduto per il maltempo, rivivrà in piazza a Rovereto

L’albero di Natale che sarà posto come da tradizione in piazza Rosmini a Rovereto, non sarà tagliato nel bosco come negli anni passati

image

>
L’albero di Natale che sarà posto come da tradizione in piazza Rosmini a Rovereto, non sarà tagliato nel bosco come negli anni passati.
Lo annuncia con orgoglio l’organizzazione del FestivalNatale, precisando che verrà raccolto uno degli abeti caduti durante la bufera dei giorni passati, la quale ha colpito oltre che l’intera popolazione italiana, anche il verde delle nostre montagne trentine.
L’albero addobbato sarà dunque non solo simbolo delle Feste Natalizie ma anche un ricordo di tutto quel verde raso al suolo dal maltempo.
 
Il direttore artistico Agostino Carollo afferma «Ho chiesto gentilmente ai forestali e al Comune di Folgaria di non tagliare un albero nuovo, ma di prelevarne uno già caduto. Le immagini dei boschi lacerati suscitano tristezza, non bisogna dimenticare quanto è successo nei giorni scorsi: l’abete servirà da recordatio per tutte quelle piante ora destinate a diventare legname.»
Tale proposta è stata accolta con grande entusiasmo dal Comune di Folgaria e dal Comune di Rovereto.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone