Home | Interno | Rovereto | Martedì 4 dicembre all’Auditorium «Melotti» di Rovereto

Martedì 4 dicembre all’Auditorium «Melotti» di Rovereto

Ultimo appuntamento dell’anno per Settearti con l’anteprima del documentario sulla popolarissima artista giapponese Yayoi Kusama

image

>
La rassegna Settearti dedicata ai documentari sugli artisti e le arti, una delle proposte della stagione di cinema 2018-2019 del Centro Servizi Culturali Santa Chiara, in collaborazione con Nuovo Cineforum Rovereto e Mart - Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, propone martedì 4 dicembre alle ore 21.00, all’Auditorium Melotti di Rovereto, l’anteprima in regione di «Kusama - Infinity» di Heather Lenz (Stati Uniti, 2018, 80 minuti), documentario dedicato alla straordinaria figura dell’artista giapponese celebre per le sue coloratissime opere ricoperte di puntini.
Il film, distribuito da Wanted Cinema, è stato presentato al Sundance festival 2018 e poi in decine di altri festival in tutto il mondo, ultimo dei quali il recentissimo «Lo schermo dell’arte» di Firenze, dove ha appena avuto la sua anteprima italiana.
 
Yayoi Kusama ha superato incredibili difficoltà per diventare oggi l'artista donna vivente più quotata al mondo.
Per decenni le sue opere hanno superato limiti che l'hanno spesso alienata dai suoi colleghi e dalle figure di potere nel mondo dell'arte. Tutto sembrava opporsi al suo successo: il trauma di un'infanzia in Giappone durante la II Guerra Mondiale, una fa miglia disfunzionale che scoraggiava le sue ambizioni creative, il sessismo e razzismo dell'establishment artistico, fino alla malattia mentale, in una cultura che la considerava particolarmente deplorevole.
Malgrado tutto ciò, Kusama ha resistito e dato corpo a un'opera unica che attraversa pittura, scultura, installazione, performance, poesia e letteratura, caratterizzata dai suoi onnipresenti e celebri pois.
 
Attraversando diversi decenni, la carriera di Yayoi Kusama ha insieme rappresentato e superato due dei più popolari movimenti artistici del XX secolo: la pop-art e il minimalismo. Kusama continua ad attrarre folle record di visitatori alle sue mostre, e le foto della sua celebre installazione «Infinity Mirrored Rooms» sono ovunque sui social network. Kusama, che oggi vive a Tokyo, continua instancabilmente a creare arte e partecipare a mostre, tra cui negli ultimi anni quelle monografiche in alcuni dei maggiori musei al mondo, come Centre Georges Pompidou, Tate Modern, Whitney Museum of American Art, National Center of Art di Tokyo e Hirshhorn Museum. Più recentemente ha inaugurato il suo proprio museo a Tokyo, con la mostra «Creation Is a Solitary Pursuit, Love Is What Brings You Closer to Art».
 
La rassegna Settearti riprenderà martedì 22 gennaio, il programma completo della Stagione di Cinema per il bimestre gennaio-febbraio 2019 verrà annunciato nel corso del mese di dicembre.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone