Home | Interno | Rovereto | Tutto pronto per il Rovereto Vintage Festival

Tutto pronto per il Rovereto Vintage Festival

Dal 5 al 7 luglio i negozi del centro storico vestiranno le vetrine con oggetti d’epoca

Le vie del centro storico si vestiranno a festa dal 5 al 7 luglio con le vetrine dei vari negozi e locali che diventeranno piccole mostre di oggetti d’epoca, gli artisti di strada pronti a intrattenere il pubblico di ogni età, un mercatino vintage con abiti, accessori e articoli che stuzzicheranno la curiosità dei passanti, il cibo di strada a bordo di mezzi davvero curiosi, i mezzi storici a due e quattro ruote e poi la musica dai jukebox, dai vinili dei dj nelle vie e dal palco del Cortile Urbano che farà ballare tutti al ritmo di swing, rock’n’roll e boogie woogie.
Si tratta di una prima edizione ma le carte in regola ci sono tutte perché il Rovereto Vintage Festival lasci il segno in questa estate cittadina con l’obiettivo di rilanciare il centro storico grazie alla creazione di una rete che ha visto unirsi una cinquantina di negozi e locali.
 
Il Festival nasce da un’idea di Serendipity Eventi, lo staff guidato da Cinzia Zandonai, ed è riuscito a coinvolgere negozianti ed esercenti della città, nella convinzione che le attrazioni di una città siano fatte anche dalla volontà e dall’entusiasmo delle persone e dall’idea di contribuire per rendere colorate e accoglienti le vie di un centro che offre molto sia ai residenti sia ai turisti.
La straordinaria marcia in più messa in campo da questo festival estivo è proprio il museo itinerante che nasce dal coinvolgimento virtuoso dei negozi che con le loro vetrine creano una mostra che si snoda per le vie e per le piazze e che promuove tutto ciò che è vintage.
 
Anche la presenza del Museo Civico con la mostra «La luna. E poi?» dimostra come «vintage» non significhi vecchio ma rappresenti tutto ciò che dagli anni ’30 agli anni ’80 nel campo della moda, della tecnologia, della musica, dei motori, della scienza, della cucina e degli stili di vita ha cambiato la società e dunque il mondo.
Si tratta di un programma assai ricco che consentirà a tutti un tuffo in un’atmosfera senza tempo e in un clima in cui l’arte in tutte le sue variegate forme si fa popolare, condivisa e coinvolgente.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni