Home | Interno | Ambiente | Polo Edilizia 4.0 lancia il progetto «Acceleratore Green»

Polo Edilizia 4.0 lancia il progetto «Acceleratore Green»

La realtà operativa che riunisce gli enti del Trentino impegnati nel settore dell’edilizia lancia l’iniziativa rivolta alla valorizzazione di start up e progetti innovativi

Valorizzare startup e progetti imprenditoriali innovativi legati al mondo dell'Edilizia 4.0.
Con questo obiettivo sta nascendo l'Acceleratore Green, un progetto che mira a costituire un'organizzazione in grado di attrarre, selezionare e supportare nello sviluppo le startup più interessanti tra quelle attive nell’edilizia innovativa.
Il progetto vuole essere un centro di eccellenza e avanguardia, un unicum in Italia, in cui si sviluppano competenze, si offrono servizi e si fa innovazione con imprese, progettisti, manager e industrie del settore delle costruzioni.
 
«Questo progetto innovativo – spiega durante la conferenza stampa di presentazione Andrea Basso, Presidente di Polo Edilizia 4.0 – è il terzo progetto di Polo Edilizia 4.0.
«L’acceleratore sarà una novità per tutti non solo a livello trentino ma anche a livello nazionale.
«Il nostro acceleratore sarà un posto magico dove potranno svilupparsi nuove società e di vera innovazione sulla sostenibilità delle costruzioni.»
 
L'Acceleratore Green garantirà sinergie e convergenze tra investitori privati e startup innovative, favorendo la contaminazione tra il mondo della ricerca e la domanda del mercato.
«È un nuovo progetto per fare un acceleratore di start up –- racconta Alfredo Maglione, referente del progetto – quindi di nuove aziende tecnologiche per il settore dell’edilizia 4.0.
«Un progetto interessante anche per accelerare i progetti cosiddetti di open innovation, di innovazione aperta, anche delle aziende e delle imprese esistenti.»
 
A supporto una rete di professionisti, manager, consulenti e servizi costituita dal Polo Edilizia 4.0 e dai suoi associati, ovvero enti ed organizzazioni trentine che si occupano a vario titolo di edilizia, tra cui Federazione Trentina della Cooperazione, rappresentata in conferenza dal vicepresidente e referente di settore Germano Preghenella.
«Un progetto molto interessante e di innovazione per l’edilizia. Credo che l’innovazione sia uno dei temi principali utili a creare sviluppo per le nostre cooperative. E crediamo fortemente che attraverso il Polo edilizia 4.0 sia un ottimo tramite per stimolare la crescita in questo settore.»
Gli ambiti di mercato in cui si posizionerà la società privata che andrà a costituirsi per realizzare il progetto saranno l’edilizia 4.0, il green building, le smart cities con i relativi smart buildings e l’economia circolare.   
 
 Cos’è il Polo Edilizia 4.0  
Il Polo Edilizia 4.0 è un centro di innovazione e sviluppo per il settore edilizio: un progetto condiviso da tutte le principali istituzioni territoriali trentine, per consentire agli operatori locali di innovarsi e affrontare le sfide dei mercati a livello nazionale e internazionale. Lo scopo del Polo è quello di promuovere la ricerca e lo sviluppo di processi innovativi e sostenibili per il settore dell’edilizia.  
Vi fanno parte: Associazione Artigiani, CNR, Collegio Geometri, Green Building Council, Ordine Periti industriali, Ance Trento, Confindustria Trento, Cooperazione Trentina, Habitech, Ordine Architetti, Ordine Ingegneri.
 
Il progetto verrà presentato in un webinar domani (13/10) alle 17.00, per iscrizioni: poloedilizia.tn.it.
Per ulteriori informazioni rivolgersi a: info@poloedilizia.tn.it.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni