Home | Interno | Ambiente | Aggiornamento sui grandi carnivori presenti in Trentino

Aggiornamento sui grandi carnivori presenti in Trentino

L’orsa segnalata in Veneto in realtà non si è mai mossa dal Brenta – Avviati recinti sperimentali per difendere il bestiame dai lupi

image

Lupo ripreso con foto trappola sulla Lessinia trentina - T. Borghetti - Archivio Foreste e Fauna PAT.
 
La femmina di orso con i 4 cuccioli avvistata nel mese di giugno nella zona di S. Giovanni al Monte (Arco) è stata segnalata a fine luglio nella parte meridionale del Brenta, zona dalla quale si era mossa a fine primavera.
La Provincia coglie l’occasione, visti i ripetuti articoli pubblicati sul web che riferiscono della presenza di quest’orsa in Veneto e in Friuli Venezia Giulia, vedi articolo del Gazzettino e del the world news per precisare che l'orsa in questione si trova in realtà in Trentino e da lì non si è mai mossa.
Si segnala l’opportunità, a questo riguardo, di rifarsi sempre alle fonti di informazioni attendibili ed ufficiali degli enti territoriali competenti per la gestione dell’orso sulle Alpi centro-orientali.
 
Altre segnalazioni sugli orsi in Trentino sono giunte in luglio da tutte le tradizionali aree di presenza.
Si sono, inoltre, verificati alcuni casi di predazione, in particolar modo nelle aree delle Giudicarie dove hanno interessato anche bovini, che hanno creato un po' di preoccupazione nella comunità, per i danni e per la presenza degli orsi sul territorio.
Si sta lavorando sia in relazione alla prevenzione dei danni, sia per la cattura e radiocollarizzazione dell’esemplare/i presente/i in zona.
 
È bene ricordare che l’orso non è un animale aggressivo di per sé e che nella maggior parte degli incontri con l’uomo fugge, ma che in alcune particolari situazioni può manifestare atteggiamenti di aggressività dovuti all'istinto di proteggere se stesso o i propri cuccioli (es. incontri ravvicinati, soprattutto se con femmine che hanno piccoli a seguito).
L’orso è un animale selvatico e come tale va trattato.
Si ricordano i comportamenti più adeguati da mantenere in caso di incontro con gli orsi e la mappa aggiornata delle segnalazioni delle femmine di orso con piccoli, consultabili a questo primo link e a questo secondo link.
 
Anche i lupi vengono segnalati regolarmente nei loro territori di presenza.
Un nuovo dato riguarda l’avvistamento, documentato da più video, di un individuo che ha frequentato la zona di Passo del Tonale.
In generale nel mese di luglio si sono verificati diversi casi di predazione sul bestiame domestico anche da parte del lupo, in ordine ai quali il Servizio Foreste e fauna PAT sta lavorando sia relativamente agli indennizzi che per la fornitura di misure di prevenzione.
A quest’ultimo riguardo sono stati anche realizzati alcuni recinti speciali, di carattere sperimentale, volti alla protezione del bestiame bovino giovane, in val di Fiemme, in val Lagarina ed in alta val di Non.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone