Home | Interno | Ambiente | Zanotelli: «Percorreremo nuove strade rispetto al passato»

Zanotelli: «Percorreremo nuove strade rispetto al passato»

Orsi e lupi, convocato per venerdì il tavolo per l'ordine e la sicurezza pubblica

«Stiamo percorrendo nuove strade rispetto al passato perché la gestione dei grandi carnivori in Trentino presenta ormai degli elementi di estrema criticità.»
Così l’assessore Giulia Zanotelli, intervenuta oggi in Consiglio provinciale per rispondere a un’interrogazione urgente sulla questione.
L’assessore all'agricoltura ha confermato l’intenzione della Giunta di difendere la legge provinciale del luglio 2018, in materia di gestione di orsi e lupi, contro la quale il Governo nazionale ha fatto ricorso alla Corte Costituzionale.
 
«Al riguardo, nei scorsi giorni – ha ricordato – vi è già stato un confronto tra il presidente Fugatti e il Ministero all’Ambiente, in funzione di una possibile integrazione e modifica della legge provinciale, diretta a superare il contenzioso in atto.
«Ma non solo. Il tema era stato discusso anche a dicembre, nel corso di una visita del ministro all’agricoltura, Centinaio, alla quale erano state invitate le rappresentanze sindacali agricole trentine.» 
 
«Inoltre, nelle prossime settimane – ha annunciato l’assessore – vi sarà un incontro in Provincia, organizzato dal presidente Fugatti, con i governatori del Nord Italia.
«La Giunta – ha poi chiarito Giulia Zanotelli – sta valutando approcci diversi rispetto a quanto fatto dalla precedente amministrazione provinciale. Considerando che i lupi hanno portato attacchi a greggi di pecore nel fondovalle, a pochi metri dai centri abitati, come avvenuto pochi giorni fa ad Ala, abbiamo chiesto la convocazione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, che si riunirà venerdì pomeriggio.»
 
«Certo – commenta l’assessore – che le critiche ricevute in questi giorni da chi ha gestito il fenomeno nella precedente legislatura ci appaiono alquanto strumentali e singolari, considerato che chi ci ha preceduto non ha mai cercato di affrontare il problema in maniera organica se non approvando un disegno di legge a fine legislatura.
«Senza contare che, in diverse occasioni, gli esponenti della precedente Giunta, avevano evidenziato come il problema dovesse essere affrontato ricercando una sorta di "quieta convivenza" con i grandi carnivori, cosa che appare del tutto improponibile, visto quanto accaduto negli ultimi tempi.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone