Home | Interno | Ambiente | Diventa protagonista di un grande racconto collettivo

Diventa protagonista di un grande racconto collettivo

L’invito della Fondazione Dolomites Today nel decennale del riconoscimento UNESCO

image

Foto Alessia Bortolameotti.

Diventa protagonista, raccontaci le tue Dolomiti: partecipa alla creazione del Dolomites Today, film.
Il 26 giugno lasciati ispirare da queste straordinarie montagne, uniche al mondo, prendi il tuo smartphone e proponici un video, potresti essere l’attore del grande racconto collettivo che stiamo realizzando.
Il 26 giugno del 2009, dieci anni fa, le Dolomiti furono iscritte nella Lista del Patrimonio Mondiale.

Gli invitati a questo compleanno, unico al mondo, siamo tutti noi per questo la Fondazione Dolomiti UNESCO propone a chi ama le Dolomiti di partecipare al Dolomites Today.
Non importa dove tu sia, sulle Dolomiti o in qualsiasi posto del mondo, queste montagne ci appartengono e tutti possiamo esserne protagonisti (e raccontarle) per rendere eccezionale questo compleanno
 
Da dieci anni l’UNESCO ci ha consegnato la responsabilità della conservazione attiva del Patrimonio.
Per questo, giorno dopo giorno, tutti possiamo e dobbiamo in misura e modo differente attivarci per trasmettere il Patrimonio Mondiale Dolomiti alle generazioni future.
Vogliamo rendere unica la giornata del 26 giugno e, per farlo, abbiamo bisogno della partecipazione di tutti: lasciati ispirare dalla fantasia.
Creeremo il racconto di una giornata al tempo stesso comune e straordinaria perché vista con gli occhi della comunità che vive e ama le Dolomiti Patrimonio Mondiale.
 
Come partecipare
Il 26 giugno 2019 prendi il tuo smartphone e mostra in un video cosa sono per te le Dolomiti e come il riconoscimento a Patrimonio Mondiale ha cambiato il modo di viverle.
 
Cosa puoi riprendere
Il legame di ciascuno con le Dolomiti è particolare e speciale: libera la fantasia ed esprimilo nel modo più spontaneo possibile.
Mancano pochi giorni al 26 giugno, comincia subito: pensa alle emozioni e ai ricordi che le Dolomiti suscitano in te e racconta. Nel video potrai esprimerti con parole, suoni e immagini.
Se riprendi altre persone (oltre a te) ricordati di ottenere il loro permesso o quello di un genitore nel caso tu riprenda bambine o bambini, ragazze o ragazzi non maggiorenni, altrimenti non potremo inserire il tuo video in Dolomites Today.
Prima di girare il video stampa quindi le liberatorie, falle firmare e conservale.
 
Dove puoi riprendere
Non importa che tu sia in montagna o in città, su un pascolo d’alta quota, in ufficio, in spiaggia o nel salotto di casa.
Se riprendi il tuo video in un luogo privato, è importante però che tu abbia il consenso del proprietario.
Anche in questo caso prima di girare il video stampa le liberatorie, falle firmare e conservale.
 
Dove caricare le immagini
Il tuo legame con le Dolomiti è il tassello di un mosaico che andrà a comporsi con quelli di tanti altri amici dolomitici.
Dal 26 giugno al 10 luglio 2019 è possibile caricare il video attraverso il sito www.dolomitestoday.it, compilando l'apposito modulo.
Il Digital Storytelling Lab dell’Università di Udine visionerà e valuterà tutto il materiale video pervenuto, sia sulla base delle caratteristiche tecniche (cioè se suono e immagine sono tecnicamente accettabili), sia sulla base dei contenuti.
Se il tuo video verrà selezionato per entrare nel montaggio finale, verrai ricontattato.
Dolomites Today è un progetto della Fondazione Dolomiti UNESCO realizzato in collaborazione con il Digital Storytelling Lab dell'Università di Udine.
 
Fondazione Dolomiti UNESCO
Nel 2009 l’UNESCO ha iscritto le Dolomiti nella Lista del Patrimonio Mondiale.
Si tratta di un Bene complesso sia dal punto di vista geografico che amministrativo, composto da nove Sistemi ed esteso su 142mila ettari in 5 Province e 3 Regioni.
Nel 2010 nasce, in accordo con UNESCO, la Fondazione Dolomiti UNESCO, il cui compito è garantire una gestione efficace del Bene seriale, favorirne lo sviluppo sostenibile e promuovere la collaborazione tra gli Enti territoriali che amministrano il proprio territorio secondo diversi ordinamenti.
 
Digital Storytelling Lab
Il Digital Storytelling Lab (DSL) è un laboratorio dedicato alle narrazioni digitali e multimediali, uno spazio di incontro, di sperimentazione, aggregazione e formazione.
Favorendo il pensiero creativo e critico e le modalità formative laboratoriali e cooperative, il DSL vuole proporsi come risorsa per il territorio, per l’apprendimento, per la comunicazione e per l’innovazione creativa e sostenibile.
Il progetto DSL ha vinto un bando MIUR per «laboratori territoriali per l’occupabilità» con la partecipazione di un network composto da una rete di scuole di Udine e provincia coordinate dal Liceo classico Iacopo Stellini, dall’Università degli Studi di Udine, da associazioni di categoria, istituzioni culturali e imprese.
 
Università di Udine
Fondata nel 1978, nell'ambito degli interventi per la ricostruzione del Friuli, colpito dagli eventi sismici del 1976, sull’onda di un ampio movimento di opinione, che supportò l'iniziativa con la raccolta di 125mila firme, l’Università di Udine è il punto di riferimento per un territorio che storicamente si propone come luogo d’incontro tra mondi e culture differenti.
L’Ateneo friulano, oltre alle tradizionali missioni della ricerca e della didattica, è molto attivo nella cosiddetta Terza Missione, che prevede una fitta rete di collaborazioni concrete con gli enti e con gli attori territoriali.
Nel Piano Strategico d’Ateneo ha preso avvio il Progetto «Cantiere Friuli», che si propone di generare idee, ragionamenti e progetti, in una prospettiva di ri-costruzione di percorsi di sviluppo locale a vantaggio del territorio: in questa direzione vanno valutati l’adesione e il supporto al progetto.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni