Home | Interno | Bolzano | Sarentino: la polizia interviene ad una festa con minori

Sarentino: la polizia interviene ad una festa con minori

Pesanti sanzioni per l’organizzatore che ha aperto il bar anche ai minorenni

Il questore di Bolzano Giuseppe Racca ha disposto l’intensificazione dei controlli in occasione delle feste e delle manifestazioni, in particolare di quelle rivolte ai minorenni, per garantirne la sicurezza ed evitarne la degenerazione, legata, soprattutto, all’abuso di alcolici e di sostanze stupefacenti.
Sabato 2 giugno è stato pianificato un apposito controllo nei confronti di un evento denominato «Holy Festival» organizzato a Sarentino, nel parcheggio antistante la discoteca «Mondial», dalle 14.00 alle 23.00.
Si trattava di una manifestazione con DJ, musica e lancio di polveri colorate, alla quale hanno preso parte numerosi giovani, nonostante le abbondanti precipitazioni del pomeriggio.
Al loro arrivo, attorno alle 17.00, i poliziotti hanno immediatamente riscontrato che la maggior parte degli avventori, quasi tutti minorenni, si trovavano all’interno della discoteca, perfettamente funzionante con tutte le tre postazioni bar aperte, dove venivano somministrate tranquillamente bevande alcoliche (birre in bottiglia, amari e altri alcolici in bottiglie mignon), anche a soggetti minori degli anni 16.
Per questo motivo hanno proceduto alla denuncia dei responsabili, ai sensi dell’art. 689 del codice penale. Sono stati anche contestati degli illeciti amministrativi per la vendita di alcol a minori di età compresa tra i 16 ed i 18 anni.
 
Le ulteriori infrazioni di carattere amministrativo accertate (apertura della discoteca in orario non consentito, accesso al locale di minori degli anni 16) verranno segnalate al Sindaco, al quale verrà richiesto di adottare i provvedimenti sanzionatori di competenza.
Verrà inoltre sottoposta al vaglio della locale Procura la procedura autorizzatoria che presenta alcune anomalie a causa delle quali si è verificato un deficit nell’adozione delle misure di «safety».
Sono state rilevate, ad esempio, la somministrazione di alcolici direttamente in bottiglie e bottigliette di vetro e la mancata predisposizione di adeguate iniziative in caso di maltempo.
Il Questore raccomanda a tutti gli esercenti ed agli organizzatori di eventi di verificare attentamente l’età degli avventori ed evitare assolutamente la vendita e la somministrazione di alcol ai minori.
Certo, spiace dover constatare che molti giovanissimi giungono alle feste portando al seguito bottiglie di superalcolici che cercano di introdurre nelle aree delle manifestazioni, oppure di nascondere all’esterno per evitare i controlli della «security» e delle forze dell’ordine, per poi riprenderle all’uscita e concludere così la festa incuranti delle conseguenze per la loro salute e la loro sicurezza.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone