Home | Interno | Bolzano | Appalti: a Bolzano regole più semplici e procedure accelerate

Appalti: a Bolzano regole più semplici e procedure accelerate

Appalti pubblici, nuove linee guida in materia di architettura e ingegneria, valutazione delle offerte anomale per eccesso di ribasso e garanzia provvisoria

Regole più semplici nell’ambito delle gare nei settori architettura e ingegneria, per la valutazione delle offerte anomale e per la garanzia che gli operatori economici devono presentare in caso di partecipazione a procedure pubbliche.
È questo l’obiettivo delle delibere con cui la Giunta provinciale ha approvato nel corso dell'ultima seduta 3 nuove linee guida in altrettanti settori per semplificare e accelerare le complesse procedure degli appalti pubblici.
 
In materia di architettura e ingegneria le modifiche, elaborate insieme agli Ordini di architetti e ingegneri, ridefiniscono le linee guida del 2017 in modo più coerente con l’interpretazione dell’Autorità nazionale anticorruzione (ANAC).
«L’obiettivo di queste nuove linee guida è quello di evitare il dumping, pur consentendo ribassi consistenti e agevolando inoltre la partecipazione delle piccole e medie imprese alle procedure e l’inserimento dei giovani professionisti nel mercato dei servizi», spiega il direttore dell’Agenzia appalti della Provincia Thomas Mathà.
 
Ridurre il contenzioso, essere più innovativi rispetto alle linee guida statali (dalle quali l’Alto Adige può discostarsi emanando direttive proprie) e accelerare le procedure è l’obiettivo delle nuove linee guida riguardanti invece il calcolo dell’anomalia delle offerte e l’esclusione automatica.
Grazie a due formule matematiche - studiate insieme ai giuristi e ai matematici dell’università di Trento - sarà possibile più facilmente stabilire il prezzo base per una gara e il rapporto qualità/prezzo per la valutazione e l’esclusione automatica delle offerte troppo basse.
 
L’ultimo ambito di intervento è stato quello delle garanzie per la partecipazione alle procedure d’appalto e per la fase di esecuzione dei contratti stessi.
«A seguito di molte richieste di informazioni che ci sono pervenute nel 2017 sull’applicabilità delle norme attinenti alla disciplina della garanzia abbiamo implementato le linee guida chiarendo in un unico documento le informazioni utili a operatori economici e stazioni appaltanti in questo settore» conclude Mathà.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone