Home | Interno | Bolzano | Strada della Venosta: disgaggio della parete, la riapertura

Strada della Venosta: disgaggio della parete, la riapertura

Completata con successo l'operazione sulla parete rocciosa sopra la statale della Venosta a Laces: dalle 18 strada è riaperta al traffico

image

>
La strada statale della Val Venosta (SS38) interrotta tra Laces e Castelbello in entrambi i sensi di marcia per una caduta massi, sarà riaperta al traffico a partire dalle ore 18 di oggi.
Poco prima di mezzogiorno, infatti, è stata completata l'operazione di disgaggio della parete rocciosa che minacciava la carreggiata.
I tecnici dell'Ufficio geologia e prove materiali hanno fatto brillare 150 metri cubi di roccia pericolante grazie all'utilizzo di 40 kg. di esplosivo: una volta terminate le operazioni di sgombero del materiale, e dopo un'ulteriore valutazione positiva della sicurezza del tratto interessato, è stata decisa la riapertura della strada.
All'intervento hanno partecipato non solo i tecnici del Servizio strade e dell'Ufficio geologia e prove materiali, ma anche i vigili del fuoco volontari di Castelbello, Laces e Tarces.
 
«L'intervento - sottolinea il direttore dell'Ufficio geologia e prove materiali Volkmar Mair - è stato caratterizzato da due tipi di difficoltà. Da un lato bisognava capire se il brillamento di massi di queste dimensioni poteva funzionare, dall'altro era necessario coordinare al meglio un cantiere che coinvolgeva diverse realtà e diverse strutture, sia provinciali che comunali.»
«La strada statale tra Laces e Castelbello - spiega Stephan Bauer, direttore del Servizio strade Val Venosta - era stata chiusa al traffico inizialmente a partire da sabato 3 novembre. Dopo una breve riapertura e una valutazione dello stato di sicurezza, assieme all'Ufficio geologia e prove materiali abbiamo deciso che l'unica soluzione possibile per garantire la sicurezza sarebbe stata quella del disgaggio della parete, in modo tale da eliminare alla radice il problema delle rocce pericolanti.»

L'assessore al Servizio strade, Florian Mussner, sottolinea infine il «rapido ed efficiente intervento dei tecnici provinciali, che hanno fatto tutto il possibile per consentire la riapertura al traffico in tempi brevi. Sappiamo che la chiusura di una strada molto trafficata come quella della Val Venosta crea sempre qualche disagio, ma la nostra priorità deve essere quella di garantire a tutti gli utenti della strada la massima sicurezza possibile.»
Ai seguenti link la possibilità di scaricare video e interviste in alta risoluzione.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone