Home | Interno | Bolzano | Controlli straordinari dei Carabinieri dell'Alto Adige

Controlli straordinari dei Carabinieri dell'Alto Adige

Circa 300 i veicoli fermati e oltre 430 le persone controllate: 2 gli arresti e 8 le denunce a piede libero. Sequestrate droga e refurtiva

Ieri sera, intorno alle 18.00, un uomo con volto travisato ed armato di un coltello è entrato nella filiale della Cassa di Risparmio di Naturno, chiedendo in tedesco la consegna del denaro in cassa.
Al deciso rifiuto degli impiegati il malvivente si allontanava di corsa, facendo perdere le proprie tracce. L’uomo si sarebbe allontanato a piedi.
Sono in corso indagini da parte dei Carabinieri di Silandro.

I Carabinieri della provincia di Bolzano sono stati impegnati ieri in un servizio straordinario di controllo del territorio.
Il Colonnello Cristiano Carenza, Comandante Provinciale, ha infatti disposto un servizio coordinato sul territorio altoatesino, con l’impiego di numerosi mezzi e uomini, per il controllo delle principali vie di comunicazione ma anche dei centri abitati minori.
Circa 300 i veicoli fermati e oltre 430 le persone controllate. 2 gli arresti ed 8 le denunce a piede libero. Sequestrata droga e refurtiva.
Nel dettaglio i risultati.
 
A Vipiteno, i Carabinieri della Compagnia di confine hanno fermato un mezzo il cui conduttore aveva al seguito un coltello del genere vietato.
L’arma con lama di oltre 12 cm è stata sequestrata ed il trentenne, già noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato per possesso illegale di arma da taglio.
 
I Carabinieri di Egna hanno invece denunciato per guida in stato di ebbrezza un sessantenne di Caldaro, che al controllo appariva in stato psicofisico particolarmente alterato.
Alla richiesta dei documenti di guida l’uomo si è rifiutato di esibirli così come ha rifiutato l’accertamento con etilometro.
La patente gli è stata quindi ritirata sul posto e la sua posizione rimessa al vaglio dell’Autorità Giudiziaria.
 
A Bronzolo, i Carabinieri della locale Stazione hanno fermato e controllato un uomo di Vadena, che, a seguito di accertamenti, è risultato destinatario di un provvedimento restrittivo emesso dalla Procura di Bolzano.
I Carabinieri hanno quindi dato esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Bolzano nei confronti del trentacinquenne, che deve scontare due anni e nove mesi di carcere per lesioni personali, rapina e ricettazione, reati compiuti a Bolzano nel 2017.
L’uomo è stato condotto al carcere di Bolzano a disposizione dell’autorità Giudiziaria.
 
Stessa sorte per una donna classe 1963 di Brunico, che è stata rintracciata a San Lorenzo di Sebato da una pattuglia della locale Stazione.
Su di lei pendeva un provvedimento restrittivo in seguito alla condanna di 2 anni di reclusione inflittale dal Tribunale di Bolzano per evasione dagli arresti domiciliari cui era sottoposta.
La donna è stata condotta dapprima al Comando Stazione e poi ristretta presso il suo domicilio.
 
A Merano i Carabinieri dell’aliquota Radiomobile, hanno fermato e controllato, nei pressi della stazione ferroviaria, un cittadino tunisino classe 1961, in Italia senza fissa dimora.
Nel corso del controllo i Carabinieri hanno rinvenuto più di 30 grammi di hashish occultati all’interno di una busta di plastica. L’uomo è stato condotto presso il Comando Compagnia meranese per il sequestro della sostanza e la denuncia per detenzione illegale di stupefacenti.
Stessa denuncia per altri due uomini, un napoletano classe 1994 ed un albanese classe 1980, trovati in possesso alcune dosi di cocaina, un bilancino di precisione e sostanza da taglio.
La droga è stata sottoposta a sequestro ed i due sono stati denunciati per detenzione ai fini di spaccio.
Sempre a Merano i Carabinieri della Stazione hanno denunciato 3 cittadini extracomunitari, due tunisini ed un algerino, per furto aggravato.
Sottoposti a controllo sono stati trovati in possesso di un portafogli contenente poche decine di euro, asportato ad una donna che stava facendo la spesa in un supermercato.
Il portafogli è stato restituito alla donna. I tre invece sono stati portati per accertamenti presso la Stazione Carabinieri di Merano.
 
A Bolzano i Carabinieri hanno invece fermato tre giovani in possesso di alcune dosi di marijuana e sono stati segnalati al Commissariato del Governo quali assuntori.
 
A Chiusa, infine, i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato per ricettazione un cittadino pakistano, trovato in possesso di alcuni telefoni cellulari che erano stati rubati tempo addietro presso un negozio di telefonia.
Durante il controllo dell’uomo, esteso anche alla sua abitazione, i Carabinieri hanno anche trovato alcune dosi di hashish, per cui anche in questo caso è scattata la segnalazione al Commissariato del Governo quale assuntore di stupefacenti.
 
I servizi coordinati ad ampio raggio, come quello compiuto ieri, si ripeteranno ancora nei prossimi giorni, nell’intento di garantire, anche attraverso questi strumenti, una sempre più ampia cornice di sicurezza non solo per i cittadini del territorio ma anche per i tanti turisti che nelle prossime settimane invaderanno l’Alto Adige per godersi il clima natalizio.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone