Home | Interno | Bolzano | Proveniva dalla Germania ed era diretto a Malta

Proveniva dalla Germania ed era diretto a Malta

La Guardia di Finanza sequestra un autoarticolato con 28.000 litri di gasolio per autotrazione di contrabbando

image

>
Nei giorni scorsi, le Fiamme Gialle della Compagnia di Bressanone e della Tenenza di Vipiteno, nel corso di un servizio finalizzato al controllo economico del territorio, nei pressi della barriera autostradale A/22 di Vipiteno, hanno fermato un autoarticolato con targa italiana proveniente dalla Germania e diretto a Malta.
 
Durante il controllo, il conducente e il passeggero al suo fianco, entrambi di nazionalità italiana, hanno dichiarato di trasportare, all’interno di 28 contenitori da mille litri ciascuno, «olio lubrificante» e hanno esibito della documentazione commerciale estera apparentemente regolare.
 
I successivi riscontri sul liquido trasportato hanno confermato gli iniziali sospetti dei militari, e cioè che non si trattava di olio lubrificante ma di una partita di 28.000 litri di gasolio da autotrazione (cosiddetto «gasolio sporco»), non dichiarato e non sottoposto, quindi, alla relativa imposta sulla produzione o sul consumo di prodotti energetici (la cosiddetta «accisa»), con un’evasione di questo tributo pari a circa 22.000 euro.
 

 
Infatti, i prodotti energetici classificati come «oli lubrificanti» sono fiscalmente assoggettati alla sola imposta di consumo ma vengono utilizzati anche per l’autotrazione, alla stregua del gasolio che, tuttavia, per lo specifico uso, sconta il pagamento sia dell’accisa che dell’IVA.
 
Inoltre, durante la verifica, i Finanzieri hanno constatato che la società (con sede a Malta) indicata sui documenti di trasporto è risultata solo cartolarmente destinataria del prodotto, mentre in realtà era totalmente ignara di tale consegna e addirittura non aveva mai operato nel commercio di oli lubrificanti né in quello di prodotti petroliferi in genere.
 
I militari della Guardia di Finanza hanno provveduto, pertanto, al sequestro del gasolio e dell’autoarticolato mentre le due persone sottoposte a controllo sono state denunciate a piede libero all’Autorità Giudiziaria per il reato di sottrazione fraudolenta al pagamento delle accise, che prevede la pena della reclusione da sei mesi a tre anni congiunta a una multa non inferiore a 7.746 euro.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone