Home | Interno | Bolzano | Mostra sui ghiacciai: 10.000 visitatori a Campo Tures

Mostra sui ghiacciai: 10.000 visitatori a Campo Tures

Un successo la mostra itinerante sui ghiacciai. Dal 23 agosto «Goodbye Glaciers» si trasferisce ad Anterselva

Per 2 mesi e mezzo la mostra «Goodbye Glaciers – Il ritiro dei ghiacciai in immagini», coordinata dall'Ufficio idrografico della Provincia di Bolzano, ha fatto tappa al Centro visite del Parco naturale Vedrette di Ries-Aurina, a Campo Tures.
Foto ed esposizioni, che raccontano di vecchi e nuovi metodi di misura dei ghiacciai, e delle aree rimaste scoperte a causa dei cambiamenti climatici, sono state letteralmente prese d'assalto in queste settimane.
Oltre 10.000, infatti, i visitatori, tanto che il responsabile del Centro visite, Franz Hinteregger, sostiene che «la mostra ha colpito nel segno, toccando un nervo scoperto e molto sensibile fra turisti e residenti».
Entro il 2050, infatti, la metà della massa dei ghiacciai alpini sarà scomparsa, e proprio questo profondo cambiamento rappresenta il cuore della mostra itinerante.
«Oltre alle visite guidate - spiega Hinteregger - abbiamo ulteriormente arricchito l'esposizione con reperti storici della seconda guerra mondiale, ma anche di secoli fa, che ci sono stati forniti dal gestore del rifugio Vedrette di Ries.»
 
Ora la mostra verrà smantellata e si trasferirà presso il Centro della Protezione civile ad Anterselva di Mezzo, dove sarà visitabile da venerdì 23 agosto a domenica 22 settembre, dal giovedì alla domenica, dalle ore 10 alle ore 16.
Di seguito le ulteriori tappe di Goodbye Glaciers: dal 27 settembre al 23 novembre al Centro visite del Parco del Gruppo di Tessa a Naturno; dal 29 novembre al 29 dicembre nella Galleria civica della città di Bolzano; dal 7 gennaio 2020 fino al 24 gennaio al Palazzo provinciale 11, a Bolzano.
In Tirolo la mostra sarà visibile dal 31 gennaio al 29 marzo presso l'Alpinarium a Galtür e nella galleria Claudiana dal 3 aprile al 31 maggio 2020 Innsbruck.
Dal 5 giugno al 2 agosto 2020 toccherà all'Aquaprad di Prato allo Stelvio, infine dal 7 agosto al 27 Settembre 2020 al centro visite del Parco Naturale a Längenfeld in Ötztal.
La mostra nasce dalla collaborazione dell'Ufficio idrografico dell'Agenzia per la Protezione civile con l'Ufficio parchi naturali e i partner del progetto Interreg GLISTT, un piano di monitoraggio interregionale dei ghiacciai per l'Alto Adige e il Tirolo in collaborazione tra Università di Innsbruck, Eurac Research e Provincia di Bolzano.
 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni