Home | Interno | Bolzano | L’intenso lavoro dei Carabinieri dell’Alto Adige nel weekend

L’intenso lavoro dei Carabinieri dell’Alto Adige nel weekend

A Bolzano fermati due stranieri con dosi di droga, a Meltina denunciate due donne sospettate di furto, a Merano fermati quattro extracomunitari per rissa

I Carabinieri della Sezione Radiomobile di Bolzano, nel corso di un servizio di prevenzione eseguito presso la zona ferroviaria di Bolzano, la scorsa notte hanno proceduto al controllo di due uomini, un ucraino classe 1986, in compagnia di un cittadino del Gambia classe 1998, entrambi noti alle Forze dell’Ordine, i quali alla vista dei militari hanno goffamente tentato di nascondersi, accucciandosi dietro a un veicolo in sosta.
Dall’inevitabile controllo, il cittadino ucraino è stato trovato in possesso di circa 5 grammi di sostanza stupefacente del tipo Marijuana e di una dose di cocaina.
Lo stupefacente è stato sequestrato e per il trentatreenne ne è scaturita una segnalazione al Commissariato del Governo di Bolzano quale assuntore.
Il ventunenne gambiano, è stato invece denunciato alla Procura della Repubblica di Bolzano, in quanto soggetto sottoposto a misura di prevenzione con il Divieto di far Ritorno nel Comune di Bolzano emesso recentemente dalla Questura del capoluogo.
 
Sempre i Carabinieri di Bolzano, nel corso della notte, a seguito di una telefonata giunta presso il NUE, Numero Unico di Emergenza 112, che segnalava una lite fra alcuni cittadini stranieri tra via Roma e viale Druso a Bolzano.
All’arrivo dei militari gli animi sono stati riportati alla calma, e le persone presenti sono comunque state controllate, tra loro un cittadino pakistano classe 1995 residente a Trodena, che è stato trovato in possesso di una mazza ferrata lunga circa 75 cm immediatamente sequestrata.
Per l’uomo è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Bolzano per porto di arma atta ad offendere.
 
I Carabinieri di Meltina, al termine di una breve attività d’indagine, hanno identificato due donne, entrambe italiane classe 1978 e classe 1986 dimoranti a Merano e note alla Forze dell’ordine, che nel corso del mese di luglio si sono introdotte all’interno di un maso della zona alla ricerca di oggetti di valore e denaro da sottrarre.
Anche grazie all’impianto di antifurto e a quello di video sorveglianza, che le due donne hanno tentato di danneggiare prima di darsi alla fuga, è stato possibile risalire alla loro identità per deferirle alla Procura della Repubblica di Bolzano per tentato furto e danneggiamento.
 
I Carabinieri di Vipiteno nel corso della serata di ieri, a seguito di una richiesta pervenuta da un cittadino, sono intervenuti presso un Hotel di Fortezza, per una accesa lite tra due contendenti, scaturita da futili motivi.
Dopo aver riportato la calma tra i due, l’attenzione dei militari è stata però attirata dall’atteggiamento e dalle condizioni psicofisiche di uno dei due uomini, che è stato identificato in un cittadino ungherese classe 1983, e quindi sottoposto ad un controllo approfondito e perquisito.
Nascosti in una tasca dell’uomo, sono stati trovati circa 7 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, subito sequestrata.
Il trentaseienne è stato quindi segnalato al Commissariato del Governo di Bolzano quale consumatore di sostanza stupefacente.
 
I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Merano, a seguito di una breve attività d’indagine, hanno identificato quattro cittadini stranieri, tre afgani tra i 29 ed i 30 anni ed un cittadino algerino appena diciannovenne, che nel corso del tardo pomeriggio di sabato 24 agosto, sono stati protagonisti in via Garibaldi di una violenta lite scaturita per futili motivi.
Tutti e quattro gli stranieri sono stati medicati presso il pronto soccorso di Merano e subito dimessi con lievi ferite dovute all’alterco.
Gli stessi sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Bolzano per il reato di rissa, inoltre il cittadino algerino, nel corso della lite, approfittando dalla confusione, si è reso protagonista di un furto nei confronti di esercizio commerciale sito nelle vicinanze del luogo della zuffa, e per tale motivo dovrà rispondere all’Autorità Giudiziaria, anche di furto aggravato.
 
I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Silandro, nel corso di un servizio di prevenzione e controllo eseguito nel corso della scorsa notte presso il territorio comunale di Glorenza, hanno proceduto alla verifica dei documenti di guida di un cittadino italiano classe 1999, che ha palesato un anomalo e ingiustificato nervosismo.
Tali segni sospetti, ha indotto i militari a procedere con una accurata ispezione del veicolo.
È infatti all’interno del bagagliaio dell’auto che è stato rinvenuto un involucro di nylon contenente circa 30 grammi di sostanza stupefacente del tipo Marijuana, subito sequestrata.
Il ventenne dovrà rispondere davanti alla Procura della Repubblica di Bolzano per possesso di droga ai fini di spaccio.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni