Home | Interno | Bolzano | I Carabinieri motociclisti di Merano catturano ladro e refurtiva

I Carabinieri motociclisti di Merano catturano ladro e refurtiva

I Carabinieri di Bozano intervengono e arrestano un cittadino del Gambia che aveva scippato un cellulare dal tavolo di un bar

I Carabinieri Motociclisti di Silandro, in collaborazione con i Carabinieri di Naturno, sono intervenuti nel pomeriggio di ieri per un allarme scattato in una gioielleria di Naturno, dove è stato segnalato un furto appena compiuto da un giovane che, dopo essersi fatto mostrare alcuni gioielli per un valore di quasi 3.500 euro, esposti dal proprietario sul banco di vendita, se ne appropriava, scappando a piedi fuori dal negozio.
Il rapido e tempestivo intervento della pattuglia in moto e l’accuratezza della descrizione dell’autore del reato fornita dal proprietario dell’oreficeria hanno consentito prima di individuare il giovane che camminava lungo una strada poco distante e poi, dopo un breve inseguimento andato in scena lungo la pista ciclabile che unisce Naturno a Plaus, è stato fermato e identificato in un cittadino italiano classe 1995 noto alle Forze dell’Ordine residente a Merano.
 
Il ventiquattrenne, sottoposto a perquisizione, è stato ancora trovato in possesso della refurtiva, che interamente recuperata, è stata quindi riconsegnata al legittimo proprietario.
Per il giovane si sono aperte le porte del Carcere di Bolzano, ponendolo a disposizione della Procura della Repubblica del capoluogo.
 
I Carabinieri della Sezione Radiomobile di Bolzano, sono intervenuti nel corso della notte, a seguito di una richiesta di un cittadino pervenuta sul Numero Unico di Emergenza 112 che denunciava di essere stato appena derubato del proprio cellulare smart-phone che aveva appoggiato su un tavolino di un bar di piazza delle Erbe ove era seduto in compagnia di un amico.
Il denunciante, ha raccontato ai militari di aver avuto un breve colluttazione con l’uomo che si era impossessato del suo telefono cellulare, dirigendosi poi verso piazza Walter.
L’accurata descrizione dell’uomo, ha consentito alla pattuglia dei Carabinieri di individuare immediatamente l’autore della «rapina impropria», che alla vista dei militari si dava nuovamente alla fuga.
 
Quindi, dopo un breve inseguimento a piedi, il personale dell’Arma ha fermato l’uomo che ha tentato di aggredire i militari e di svincolarsi per fuggire nuovamente.
Ricondotto alla calma, è stato identificato in un cittadino del Gambia classe 1997 noto alle Forze dell’Ordine.
Sottoposto a perquisizione, l’uomo è stato trovato in possesso del cellulare appena rubato, che è stato quindi recuperato e restituito al legittimo proprietario.
 
Inoltre durante la redazione degli atti presso gli uffici di Via Dante, al cittadino straniero è stato notificato il Divieto di Ritorno nel Comune di Bolzano per una durata di tre anni, recentemente emesso dalla locale Questura.
Per il ventiduenne è scattato l’arresto per rapina impropria e resistenza a pubblico Ufficiale, è stato quindi condotto presso il Carcere di Bolzano a disposizione della Procura della Repubblica del capoluogo.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni