Home | Interno | Bolzano | Bolzano: al via l’edizione autunnale del 67° TrentoFilmFestival

Bolzano: al via l’edizione autunnale del 67° TrentoFilmFestival

Alle 17.30 l’apertura ufficiale al Centro Trevi, insieme all’inaugurazione della mostra «Gasherbrum IV -1958. Verso la montagna di luce», curata dal CAI Bolzano

image

>
Dopo la tradizionale anteprima che si è svolta giovedì 12 settembre, si terrà sabato 21 settembre l’inaugurazione ufficiale dell’edizione autunnale del 67° Trento Film Festival - Montagne e Culture.
Appuntamento alle 17.30 presso il Centro Trevi di Via dei Cappuccini, in coincidenza con l’inaugurazione della mostra Gasherbrum IV – 1958.
Verso la montagna di luce curata dal CAI Bolzano. A impreziosire questo momento ufficiale, alla presenza delle autorità, saranno i canti di montagna del Coro Rosalpina del CAI Bolzano, fondato nel 1945 da alcuni giovani che avevano in comune l’amore per le bellissime montagne dell’Alto Adige e la passione per il canto popolare. La mostra sarà aperta fino al 4 gennaio 2020.
A seguire, sempre al Centro Trevi, Verso la Montagna di Luce. Una pagina di storia dell’esplorazione e dell’alpinismo: un racconto dal vivo di Marco Albino Ferrari, giornalista e scrittore.
Nel 1958, dai 2.300 metri di Skardu otto alpinisti italiani e 450 portatori Baltì partono per un viaggio a piedi di 230 chilometri.
 
Con undici tonnellate di bagaglio sulle spalle, sfilano accanto a villaggi sperduti e a sguardi increduli diretti all’inviolato Gasherbrum IV.
Guadano fiumi, superano deserti e groppe moreniche. Ed è durante una sosta di acclimatamento che il capo spedizione Riccardo Cassin si lascia trascinare in un’inverosimile (per noi) caccia al camoscio, perdendosi tra le valli laterali del Baltoro e gettando nell’apprensione i compagni in una lunga notte d’attesa.
Un racconto trascinante e sorprendente, che ci porta tra le pieghe meno note della grande avventura del GIV.
Al via alle 17.30 anche la rassegna internazionale del libro di montagna MontagnaLibri, che sarà aperta in Piazza Walther fino a domenica 29 settembre (con orario 10.00 – 19.00) e sarà ospitata, in collaborazione con l’Azienda di soggiorno e turismo, in un’elegante e accogliente struttura realizzata dalla ditta Niederstätter.
La sera, dalle 21.00, Piazza Walther si trasformerà in una sala cinematografica a cielo aperto, con la prima di una serie di proiezioni.
 
Sul grande schermo, Queen without land (di Asgeir Helgestad, Norvegia / 2018 / 70'), uno spettacolare film sull'incontro tra Frost, splendida mamma orso polare, i suoi cuccioli e un regista, a partire dal loro primo contatto nel 2013 alle Svalbard, e sulla loro lotta per la sopravvivenza, mentre il ghiaccio si scioglie a velocità record.
Evitando interpretazioni didattiche, il film è una riflessione sul posto dell'uomo sulla terra e un omaggio alla vita.
In apertura, il cortometraggio Vigia (di Marcel Barelli, Svizzera / 2013 / 8’): a causa dell’inquinamento, un'ape lascia il suo alveare alla ricerca di un luogo più sicuro.
In caso di pioggia, le proiezioni cinematografiche si terranno presso la Sala di Rappresentanza del Comune, in Vicolo Gumer 7.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni