Home | Interno | Bolzano | Bressanone, donna scippata subisce lesioni per 60 giorni

Bressanone, donna scippata subisce lesioni per 60 giorni

I Carabinieri, grazie alle segnalazioni, inseguono e arrestano due macedoni

image

>
I Carabinieri della Compagnia di Bressanone sono intervenuti ieri mattina verso le ore 8.30 poiché una donna di settantacinque anni del posto è stata scippata da due giovani stranieri di origine macedone di 21 e 31 anni, già noti alle Forze dell’Ordine e con precedenti penali.
In particolare la donna a bordo della propria bicicletta stava percorrendo la ciclabile lungo l’Isarco, quando all’altezza di ponte Mozart è stata affrontata dai due uomini che fulmineamente gli hanno strappato la borsa per poi scappare.
La donna sorpresa e spaventata è caduta rovinosamente e violentemente a terra, subito soccorsa da alcuni passanti presenti in zona che hanno dato l’allarme.
Nello specifico almeno due di essi hanno subito inseguito a piedi i due malfattori, rimanendo in collegamento con i Carabinieri, che accorrevano in forze dalla caserma di via Tratten, e che grazie alle indicazioni sono riusciti a bloccare prima uno dei due delinquenti e quindi a rintracciare il secondo poco distante.
La refurtiva, che è stata gettata nella fuga nel cassone di un furgoncino presso un cantiere edile lì vicino, è stata interamente recuperata, ed in seguito restituita alla donna.
 
I due scippatori sono stati portati in caserma per le formalità di rito e quindi dichiarati in arresto per furto con strappo aggravato e lesioni personali gravi.
In seguito sono stati condotti presso il carcere di Bolzano a disposizione della Procura della Repubblica di Bolzano alla quale dovranno rispondere delle rispettive responsabilità penali.
La donna, scossa e ferita è stata portata dai soccorritori all’ospedale di Bressanone dove è stata riscontrata affetta da lesioni guaribili con almeno sessanta giorni di cure.
Il rapido intervento dei Carabinieri è frutto non solo della costante presenza sul territorio delle pattuglie, ma è stato reso possibile anche grazie all’apporto collaborativo dei cittadini, che non hanno esitato non solo a soccorrere la malcapitata, ma anche inseguendo a distanza i delinquenti avvisando tempestivamente le Forze dell’Ordine e favorendone l’intervento.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni