Home | Interno | Calamità | Protezione civile, Kompatscher e Fugatti alla Conferenza

Protezione civile, Kompatscher e Fugatti alla Conferenza

I vertici nazionali e regionali della Prorezione civile a Roma con il presidente Conte

image

>
Il presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher e il presidente della Provincia di Trento Fugatti hanno preso parte oggi alla Conferenza nazionale delle autorità di Protezione civile, la riunione annuale dei vertici nazionali dell'organizzazione con i rappresentanti di Regioni e Province autonome presieduto dal capo Dipartimento della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli.
Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha rimarcato l'importanza rivestita dalla Protezione civile nella prevenzione e nella gestione delle emergenze dedicando un pensiero ai tre vigili del fuoco morti nell'Alessandrino.

I rappresentanti di Regioni e Province autonome hanno condiviso le linee strategiche di azione comune tracciate dal Servizio nazionale per la riduzione dei rischi e per gestire il cambiamento climatico, facendo il punto sulle iniziative messe in atto durante la Settimana della Protezione civile.
Proprio il modello del volontariato nelle zone alpine e nei 3.850 Comuni montani della è stato richiamato come esempio per il resto del Paese.

«La Protezione civile in Alto Adige è fatta soprattutto di volontari che con il loro impegno garantiscono la sicurezza di tutti. Ma sono i cittadini con il loro comportamento a svolgere un ruolo fondamentale, così come i Comuni con l'elaborazione dei piani di rischio e specialmente le future generazioni» ha sottolineato Kompatscher.


 
 Alto Adige, la specificità della protezione civile diffusa 
Il presidente Kompatscher ha rimarcato l'appoggio della Provincia alle strategie standard ma anche il contributo specifico che una realtà come l'Alto Adige può portare ai piani nazionali di management del rischio, anche grazie all'autonomia che gode in questo settore.
«I 306 corpi volontari di vigili del fuoco attivi in 116 Comuni, gli oltre 30.000 volontari attivi in provincia fanno sì che in metà delle famiglie sia presente un componente impegnato per la collettività. Si tratta di un patrimonio di conoscenze e competenze che possiamo e vogliamo condividere a vantaggio di tutti» ha sottolineato il presidente.
Kompatscher ha riservato un apprezzamento particolare alla macchina del volontariato altoatesino a un anno di distanza dalla tempesta Vaia.
«La gestione efficace di questa emergenza è stata possibile solo grazie all'impegno di tutti: un lavoro di squadra che ha dimostrato ancora una volta la forza che si ottiene quando si lavora uniti per l'obiettivo comune della sicurezza dei cittadini e del territorio» ha concluso.
 
 Trentino, coinvolto anche il mondo della scuola  
Nell'evidenziare l'importanza rivestita dalla Protezione civile nella prevenzione e nella gestione delle emergenze, anche in relazione al ruolo di coordinamento svolto dal Trentino nell'ambito della Commissione speciale creata all'interno della Conferenza delle Regioni, il presidente Fugatti ha sottolineato la validità delle iniziative messe in campo, anche in Trentino, durante la Settimana della Protezione civile, che si è tenuta ad ottobre, con lo scopo di avvicinare i cittadini agli uomini e alle donne che ogni giorno operano per garantire la loro sicurezza.
«Iniziative – ha detto – che hanno coinvolto anche il mondo della scuola, per far comprendere ai ragazzi il valore di chi, con sacrificio e passione, opera in un settore che rappresenta un esempio di unità fra attori che giocano ruoli diversi.
«In Trentino, questo fondamentale ruolo è svolto in primis dai corpi dei vigili del fuoco volontari, che hanno dimostrato tutto il loro valore e la capacità di fare squadre durante la tempesta Vaia dello scorso anno.»
In proposito, il governatore Fugatti ha ringraziato il presidente Conte per i fondi stanziati dal Governo per i danni causati dalla tempesta.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni