Home | Interno | Calamità | Maltempo in Alto Adige: 300 interventi, 7.600 senza corrente

Maltempo in Alto Adige: 300 interventi, 7.600 senza corrente

In Val Badia quasi tutte le strade secondarie sono bloccate – 7.600 utenze senza corrente – 115 corpi dei vigili del fuoco volontari impegnati in centinaia di interventi

Oggi pomeriggio, nel corso di un intervento, un’autopompa dei vigili del fuoco della frazione di Albions nel Comune di Laion è uscita di strada.
Nell’incidente due pompieri sono rimasti leggermente feriti e un terzo ha riportato ferite di media entità. Sono stati soccorsi sul posto dal servizio d’emergenza e ricoverati in ospedale.

«Le strade secondarie sono quasi tutte bloccate – riassume il vicecomandante e coordinatore del Centro funzionale provinciale, Andrea Lazzarotto – ad esempio non sono raggiungibili la Val Badia, la Val Senales e la Val Martello, la Valle dei Molini e la Val di Riva (Raintal).
«La strada da Fontanefredde a Trodena è chiusa, così come la Val Pusteria a partire dalla località di Prato alla Drava.»

 Intenso lavoro da parte di tutti gli operatori coinvolti 
115 corpi dei vigili del fuoco volontari hanno effettuato nelle ultime 12 ore oltre 300 interventi; 7600 utenze sono senza corrente elettrica, la maggior parte nel Comune di Castelrotto.
450 lavoratori del Servizio strade, tutte le squadre delle società distributrici di energia e diversi altri servizi della Provincia e dei Comuni operano senza sosta.
Le strutture dei vigili del fuoco volontari vengono utilizzate dalla popolazione nelle località dove non vi è la corrente elettrica e le reti telefoniche sono fuori servizio.
Da mezzogiorno di oggi è stata attivata la Centrale provinciale di intervento dei vigili del fuoco volontari, sono state attivate anche le centrali comprensoriali della Bassa Val Pusteria, della Val d’Isarco, Merano e Bolzano.
La popolazione viene sconsigliata dall’utilizzo dei mezzi privati.
 
Nel corso del pomeriggio i vigili del fuoco permanenti e quelli volontari hanno dovuto accompagnare 48 bambini ed i loro insegnanti dalla loro scuola sul Colle sino al capoluogo a causa delle difficili condizioni della strada.
L’assessore provinciale competente per la Protezione civile, Arnold Schuler, ha fatto un sopralluogo al Centro operativo ed ha sottolineato «è questo il centro nevralgico dove confluiscono tutte le informazioni provenienti dal territorio provinciale e grazie a questo impegno la situazione viene tenuta sotto controllo».
 
 Nella notte miglioramento a partire dalla Val Venosta 
Secondo Dieter Peterlin, del servizio meteorologico provinciale, sono in atto forti precipitazioni, la parte del territorio provinciale più colpita è quella orientale. Nel corso della notte è previsto un calo del maltempo a partire dalla Val Venosta.
Per informazioni in merito alle condizioni meteo, al traffico ed al livello di allerta della Protezione civile a questo link.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni