Home | Interno | Forze Armate | «Operazione Carmenta»: disinnesco affidato al Genio di Trento

«Operazione Carmenta»: disinnesco affidato al Genio di Trento

Le operazioni sono cominciate a Carmignano di Brenta (PD) per bonificare un terreno con bomba d’aereo inglese

image

>
Gli specialisti del 2° reggimento genio guastatori di Trento hanno dato inizio all’Operazione «Carmenta», avviando i lavori di preparazione sul sito della bomba d’aereo, rinvenuta il 17 aprile presso un terreno agricolo a poca distanza dalla linea ferroviaria di Carmignano e dalla SR53 «Postumia».
L’ordigno di tipo MK 1-8 di fabbricazione inglese e risalente al secondo Conflitto Mondiale, era stato allora immediatamente ispezionato e messo in sicurezza dagli artificieri dell’Esercito Italiano, dello stesso Ente Militare.
 
Questa fase esecutiva, dedicata ad allestire le protezioni per contenere gli effetti di un’esplosione controllata, fa seguito alla puntuale pianificazione eseguita dal Comando Forze Operative Nord di Padova in coordinamento con la Prefettura di Padova ed i Comuni interessati.
Il caso riveste carattere di importanza e vera particolarità, in quanto il manufatto versa in situazione delicate e, dunque, l’operazione di brillamento verrà eseguita interamente sullo stesso luogo.
 

 
Si tratta di un’operazione fondamentale, effettuata dai genieri appartenenti alla Brigata Alpina Julia in queste settimane che precedono il giorno del disinnesco, previsto per domenica 14 ottobre dalle Autorità competenti, rivolta alla protezione e alla salvaguardia della cittadinanza, con la cornice di sicurezza garantita durante tutte le fasi dalle Forze dell’Ordine.
 
La struttura protettiva è stata costruita utilizzando sistemi speditivi ma efficaci, che derivano proprio dalla esperienza operativa assimilata nei teatri operativi esteri.
Tale tecnica si avvale di materiali dedicati ad allestire in breve tempo barriere atte a mitigare effetti delle esplosioni, contenendo in particolare la proiezione di frammenti, consistenti in elementi modulari autoportanti e di terreno, appositamente assemblati e combinati, secondo i criteri di stabilità dinamica e statica.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone