Home | Interno | Parità di Genere | Icone femminili nel tempo: Notte Rosa Volanese, 21 settembre

Icone femminili nel tempo: Notte Rosa Volanese, 21 settembre

Comune il filo conduttore che per cinque anni è stato alla base, il tema delle donne

Appuntamento ormai immancabile nell’ambito delle manifestazioni settembrine presenti in Vallagarina la Notte Rosa volanese, giunta alla quinta edizione, patrocinata e organizzata dall’amministrazione comunale in collaborazione con il Comitato Volano Eventi.
Dopo il successo riscontrato nel 2018 si conferma anche per quest’anno la medesima location; la sfilata delle modelle è prevista infatti sul green carpet allestito presso il parco Legat.
Comune il filo conduttore che per cinque anni è stato alla base, il tema delle donne.
Nel 2015 si era partiti con le arti femminili presentate in un percorso lungo il centro storico del paese e la sfilata in Via Trento con abiti femminili sportivi, da sera e da sposa.
Nel 2016, sempre lungo un percorso itinerante, si era dato spazio alla musica, al ballo e alla cultura con la mostra «Libere e sovrane – le ventuno donne che 70 anni fa hanno collaborato alla redazione della Costituzione Italiana»; ha seguito poi la sfilata con gli abiti di Carnevale creati con cura dalle mani delle volanesi, un altro evento quello del Carnevale dei Ragazzi che annualmente non manca all’appello.
 
Nel 2017 nuovo percorso itinerante con tappe legate alla musica, al ballo, alla cultura ed al teatro, alla salute e con la tradizionale sfilata per rappresentare la storia della moda; le modelle infatti hanno indossato abiti a partire dagli anni ’40 fino al mondo d’oggi e in conclusione i bellissimi abiti da sposa.
Nel 2018 nuova location al parco Legat con temi legati alla musica e alla cultura con la mostra «Donne in guerra».
Durante la sfilata della quarta edizione dal titolo «Abiti dal mondo» le modelle hanno indossato costumi tipici di molti paesi sparsi in vari continenti.
Per il 2019 un’altra novità e non poteva essere diversamente visto che non mancano certo idee alla «Forza rosa», un gruppo di donne ormai storico, rivelatosi trainante già dalla prima edizione; tema conduttore le «Icone femminili», ovvero le donne che in vari momenti storici si sono distinte per carisma, stile, eleganza, professionalità, equilibrio, bellezza associata all’intelligenza e che hanno rappresentato e rappresentano, ancora al mondo di oggi, un punto di riferimento di generazioni di donne.
 
Le abbiamo volute definire «Icone» per la loro capacità di essere ricordate nel tempo, immagini eterne come le icone.
La proposta della Notte Rosa volanese iniziò cinque anni con l’intento di offrire uno spettacolo nuovo, far socializzare i residenti storici e attirare nel contempo anche gente non del paese ma anche con l’obiettivo di far nascere momenti di riflessione. E nel 2019 non mancheranno certo gli spunti dalla sfilata che presenterà delle donne che hanno fatto la storia.
Per la realizzazione della serata, oltre al volontariato volanese, sono stati coinvolti i ragazzi dell’Istituto di formazione professionale Sandro Pertini di Trento - indirizzo estetica ed acconciatura - che insieme ai loro insegnanti cureranno pettinature e trucco delle nostre modelle; la proposta formulata dal Comune è stata favorevolmente accettata dai dirigenti dell’istituto scolastico, con l’obiettivo di testare sul campo ed in forma pratica molte delle nozioni apprese in aula, ma altresì come occasione di studio ed approfondimento dei vari momenti storici in cui le donne hanno vissuto.
 
È davvero importante partire anche dai giovani per ricordare come la donna non debba essere vista dal genere maschile come una rivale, ma nei vari ruoli che riveste nell’ambito della società e come valore aggiunto in termini di sensibilità, proposte e visioni; dopo secoli di emarginazione, di lotte per l’indipendenza in momenti in cui vigeva ancora la potestà coniugale e il delitto d’onore e in cui la maternità era un dovere o una colpa e a volte un ostacolo al mondo d’oggi il progresso sociale ci ha portati a superare molti aspetti e giungere ad una parità a volte solo formale.
E ciò che non possiamo trascurare è il dilagare della violenza di genere e gli episodi di femminicidio che risaltano alla cronaca quotidianamente, legati al maschilismo e al possesso; per questo come amministrazione comunale abbiamo cercato, durante tutto il mandato, di promuovere iniziative rivolte a sensibilizzare sui temi sociali, anche con il contributo di molti volanesi uomini, che si sono prestati volontariamente a sostenere le iniziative (vedi panchina rossa).
Siamo convinte che promuovere iniziative come la Notte rosa possa risultare complementare nell’ambito di un panorama più complesso di sensibilizzazione sul tema della violenza di genere; siamo convinte altresì che tali proposte possano generare una sana riflessione culturale sulle donne del passato e del presente che hanno rivestito o rivestono ruoli in diversi settori e comparti lavorativi, ben lontani da alcune rappresentazioni mediatiche del genere femminile veicolate dai mass media.
 
Un gruppo di giovani allestirà un tavolo con l'esposizione di libri, concessi gentilmente dalla Biblioteca Comunale, inerenti le figure femminili che sfileranno dando modo a chi lo volesse, di approfondire con la lettura, il contesto storico e la vita di queste donne. Inoltre saranno esposti libri usati da poter prendere gratuitamente.
Non ci resta quindi che attendere la sera del 21 settembre con inizio alle 19.30 per vedere quali personaggi sono stati scelti e quali saranno le volontarie, in veste di modelle, che sfileranno sul green carpet del parco Legat.
In caso di maltempo l’appuntamento viene spostato al Teatro Concordia di Volano in Via Stazione con inizio alle ore 20.00.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni