Home | Interno | Riva Arco Torbole | Il Circolo Surf Torbole tra iQFoil e l’evento Techno 293

Il Circolo Surf Torbole tra iQFoil e l’evento Techno 293

A Campione ben 8 atleti hanno fatto esperienza con la nuova classe Olimpica dell’International Games iQFoil – Da mercoledì 28 inizia a Torbole il Techno giovanile

image

Foto Elena Giolai Immagine&Comunicazione.
 
Si è da poco concluso a Campione del Garda l’evento più importante della stagione per la nuova classe olimpica decisa per Parigi 2024, disciplina tavole a vela: l’iQFoil.
Il Circolo Surf Torbole si è presentato sulla linea di partenza con un «big team» di 8 atleti, tra cui l’unica donna italiana in gara, la giovane Sofia Renna.
Tra i maschi invece, presenti tutti gli altri fratelli di Sofia, Nicolò, Jacopo e Riccardo Renna, insieme a Manolo Modena, Bruno Martini, Daniel Slijk e Jacopo Gavioli tra i 118 maschi partecipanti.
 

 
L’evento, una sorta di mondiale chiamato «International Games iQFoil» considerate molte assenze per via del Covid e quindi senza l’assegnazione dei titoli iridati, è stata una preziosa occasione per il Team allenato da Dario Pasta di entrare in contatto con questa nuova realtà, che è in gran parte tutta da scoprire nella sua tecnica, come nei suoi tre diversi format, che prevedono percorsi Course (sopra i 10 nodi), Slalom (max 15 nodi) e Marathon (minimo 10 nodi), decisi di giorno in giorno dal Comitato di Regata in base alle condizioni del vento.
Il team dunque - sicuramente presente per fare esperienza e non in cerca di risultati - si è confrontato con i migliori al mondo potendo individuare così i punti di forza e gli ancora tanti punti deboli dei ragazzi, per poter così proseguire il percorso intrapreso con molte risposte alle domande che via via si sono presentate in queste ultime settimane e durante l’evento stesso.
 
«La manifestazione di Campione è ben riuscita grazie anche alle condizioni che il lago di Garda ha presentato sul campo di regata, con vento ottimale, – ha commentato il tecnico del Circolo Surf Torbole Dario Pasta. – Il format di regata è molto interessante così come il foil stesso, che per certi versi ha larghi margini di studio e scoperta.
«Sicuramente alcuni meccanismi di regata vanno migliorati per non perdere troppo tempo ed evitare tempi morti in presenza di vento ideale, così come successo a Campione.
«Ma classe in futuro riuscirà a sistemare le cose, considerato che è solo il secondo evento iQ Foil organizzato al mondo, dopo l’europeo di Silvaplana.»
 

 
Ma il Circolo Surf Torbole, è stato il Circolo velico più rappresentato anche nel clinic junior-youth di 3 giorni organizzato sempre a Campione dalla casa madre della classe iQFoil, la Starboard: Rocco Sotomayor, Michele Rosà, Mattia Ferraresi, Leonardo Tomasini, Celeste Treccani e la veronese Anna Polettini hanno avuto l’occasione di vivere un’esperienza sicuramente preziosa, a cui hanno partecipato una trentina di giovanissimi provenienti da Belgio, Germania, Colombia, Ungheria, Lettonia e Repubblica Ceka, potenzialmente atleti olimpici del futuro.
Da mercoledì 28 ottobre il Circolo Surf Torbole sarà ancora protagonista, questa volta come organizzatore dell’evento internazionale Techno 293, che sostituisce il Mondiale rimandato all’anno prossimo.  

Naturalmente non mancheranno i giovani atleti portacolori del circolo presieduto da Armando Bronzetti, presenti in 7 e con le carte in regole per poter ambire al podio.
Gli organizzatori, attenti a tutti i protocolli di prevenzione sanitaria, hanno voluto offrire ai ragazzi una possibilità in più per un confronto internazionale, che in questa stagione è mancato a molti.
Grazie ai contatti con la Federazione Italiana Vela e la classe Internazionale, mantenendo le date del mondiale, si è proposto così dal 28 al 31 ottobre il «Torbole 293 International Windsurfing Event» durante il quale ci sarà la presentazione della nuova proposta foil giovanile «Techno wind foil 130»; che nell’ultima giornata avrà uno spazio tutto suo.
 

 
Tutte le regate organizzate sul Garda Trentino dal 2020 sono sempre più green: da non dimenticare infatti il grande investimento fatto con l’utilizzo non solo delle boe elettriche telecomandate, ma anche dei motori elettrici sulle barche Comitato, usate per mantenere l’allineamento geolocalizzato per partenza e arrivo.
La settimana si presenta ottimale dal punto di vista meteo per un gran finale di stagione, che va a premiare i grandi sforzi fatti nei mesi di apertura per rispettare e far rispettare tutte le norme vigenti e poter vivere serenamente lo sport principe del Garda Trentino, il windsurf.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni