Home | Interno | Riva Arco Torbole | Arco, partiti i lavori per l’urbanizzazione in località Patone

Arco, partiti i lavori per l’urbanizzazione in località Patone

L’intervento, appaltato da Trentino Sviluppo per 1,2 milioni di euro, si completerà tra un anno e vedrà la realizzazione di un’ampia strada di accesso al comparto

image

>
Cominciano oggi, mercoledì 13 gennaio, e dureranno un anno le opere di urbanizzazione dell’area di proprietà di Trentino Sviluppo a Patone di Arco.
I lavori, affidati all’Impresa Costruzioni Basso Sarca per un valore complessivo di 1,2 milioni di euro, consistono nella realizzazione di una carreggiata asfaltata a due corsie che colleghi lo stabilimento alla strada statale Gardesana e di una nuova rotatoria.
Ad oggi l’area è raggiungibile infatti soltanto attraverso una stretta strada bianca interpoderale.
La nuova strada, larga 7 metri e lunga circa 700 metri, agevolerà invece il transito di veicoli privati e automezzi industriali.
«Dopo oltre dieci anni partono finalmente i lavori di urbanizzazione del comparto di Arco Patone – commenta Achille Spinelli, assessore allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro della Provincia autonoma di Trento – un’opera richiesta dalle amministrazioni locali ed inserita nella programmazione di Trentino Sviluppo, in modo da supportare anche attraverso la domanda pubblica le aziende locali in questo periodo di difficoltà.»
La reindustrializzazione del comparto produttivo «PA 13» di Patone di Arco, di proprietà di Trentino Sviluppo, inizia dalla sua infrastrutturazione.
 
L’area – destinata prevalentemente alla lavorazione di inerti – si trova infatti circa 3 chilometri a nord dal centro cittadino di Arco, al confine con la frazione di Cengia di Dro e ad est della Strada Statale Gardesana, proprio dove la piana della Valle del Sarca si unisce alle prime pendici del monte Stivo, vicino alla grotta di Patone.
Ad oggi il collegamento viabile con la città avviene, dopo un primo tratto di statale, attraverso una strada bianca interpoderale, larga appena 2,5 metri, e quindi non idonea alle esigenze di transito che accompagnano un’attività industriale.
Di qui l’avvio delle opere per la realizzazione di una nuova carreggiata asfaltata a due corsie, larga 7 metri e lunga circa 700 metri, che colleghi in maniera agevole e sicura l’area alla statale, al chilometro 121,100.
I lavori – affidati da Trentino Sviluppo con gara all’Impresa Costruzioni Basso Sarca per un valore complessivo di 1,2 milioni di euro compresi oneri per la sicurezza – dureranno poco meno di un anno e prevedono anche la realizzazione dei marciapiedi laddove necessari e di una nuova rotatoria del diametro di 35 metri sulla statale, in prossimità dello sbocco della nuova strada.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni