Home | Interno | Riva Arco Torbole | Premiato il coraggio di Expo Riva Schuh & Gardabags

Premiato il coraggio di Expo Riva Schuh & Gardabags

La fiera-riferimento della calzatura è stata aperta nonostante le difficoltà della situazione. Molti meno espositori e visitatori, ma ne valeva la pena: Chapeau!

image

>
La più importante fiera della calzatura di qualità è stata fatta nonostante le difficoltà presentate dalla pandemia.
E questo è stato un atto di coraggio della società Riva del Garda Fierecongressi, che ha ritenuto doveroso dare un segnale a un mercato che, per quanto affaticato dalle numerose defezioni, è ancora trainante per l’industria.
I visitatori sono stati 3.500 visitatori da 86 nazioni contro i 13.000 delle edizioni precedenti, e gli espositori 430 espositori da oltre 30 Paesi contro i 1.300 delle edizioni precedenti, in una quattro giorni come sempre all’insegna di internazionalizzazione, nuovi format espositivi, digitalizzazione, innovazione e sostenibilità.
Ma è stato un segnale forte a tutti i produttori, ai buyers, ai dettaglianti e... alle fiere concorrenti.

 

 
Si è conclusa ieri a Riva del Garda la 96esima edizione di Expo Riva Schuh & Gardabags.
«Con un vero e proprio atto di forza e coraggio», come lo ha definito durante la cerimonia di inaugurazione il Presidente di Riva del Garda Fierecongressi Roberto Pellegrini, la fiera è riuscita nell’intento di dare continuità al business di settore con servizi sempre più adeguati alle esigenze di aziende espositrici e compratori.
Un segnale importante, per l’intero comparto, quello lanciato dagli organizzatori che hanno voluto confermare l’appuntamento nonostante la complessità del periodo.
Significativa la risposta degli operatori della calzatura e dell’accessorio, che hanno partecipato all’edizione invernale della kermesse guidati da una forte motivazione e incoraggiati da un protocollo di sicurezza pensato per garantire un sereno svolgimento delle attività.
 
3500 buyer di cui oltre il 70% provenienti dall’estero -da Paesi come Germania, Francia, Polonia, Spagna, Turchia, Belgio, Olanda, Grecia, Gran Bretagna e Portogallo, ma anche Giordania, Azerbaijan, Uzbekistan, Canada,  Stati Uniti e Australia- hanno avuto l’opportunità di scoprire in anteprima le collezioni A/W 2023 presentate da 430 espositori e finalizzare i primi  accordi commerciali per la prossima stagione in una quattro giorni (dal 15 al 18 gennaio 2022) all’insegna di internazionalizzazione, nuovi format espositivi, digitalizzazione, innovazione, sostenibilità e partnership strategiche.
 
«L’innovazione nel settore della moda è avere l’intuito, l’abilità e la determinazione di immaginare qualcosa di nuovo, ottimizzare i processi oppure reinventare l’esistente, – ha dichiarato Alessandra Albarelli, Direttrice Generale di Riva del Garda Fierecongressi. – Proprio in questa direzione si sono mosse iniziative come l’implementazione della Digital Connection, una piattaforma digitale basata su un efficiente sistema di Intelligenza Artificiale, e l’attivazione di soluzioni espositive ibride, che hanno garantito alle aziende impossibilitate a presenziare di esporre fisicamente i loro campionari in fiera gestendo le trattative commerciali a distanza.»
 
«Gli incontri virtuali combinati alla presentazione dal vivo dei prodotti attraverso lo stand ibrido si sono dimostrati estremamente efficaci per mantenere le relazioni tra espositori e buyer non presenti, – ha dichiarato Adriana Miori, Sales Representative dell’azienda cinese Sunwin Imp. & Exp.Co.Ltd. – Grazie a questa soluzione siamo riusciti a velocizzare gli appuntamenti e a portare a termine importanti negoziazioni, ottenendo risultati oltre le aspettative che hanno confermato l’importanza di dare continuità a questo appuntamento fieristico nonostante la difficile situazione.»
Numerose e fondamentali per la buona riuscita dell’evento sono state anche le collaborazioni con consorzi e associazioni nazionali e internazionali di categoria che hanno scommesso insieme agli organizzatori di poter svolgere in presenza e in totale sicurezza questo importante appuntamento B2B.
 

 
«Nonostante i dubbi dovuti al periodo, abbiamo deciso di essere presenti a Expo Riva Schuh & Gardabags per lanciare un segnale di fiducia e confermare il saldo legame che, come associazione di categoria, abbiamo con questa manifestazione che frequentiamo da tanti anni, – ha commentato Lino Mattiozzi, Presidente Associazione Promotori Vendite Calzature (Assoprov). – Dei 52 associati registrati, oltre i due terzi sono stati effettivamente presenti e hanno potuto vivere l’esperienza in fiera in tranquillità e sicurezza, superando le aspettative iniziali e ricevendo un buon riscontro, cosa che ci porta a essere più fiduciosi per il futuro.»
 
«Oltre 60 espositori provenienti dalla Turchia e rappresentati dall’associazione Aegean Exporters' Associations hanno deciso di partecipare per garantire un servizio continuativo ai buyer che vogliono vedere il prodotto dal vivo, a maggior ragione in un periodo come questo in cui tante altre fiere sono state cancellate, – ha confermato Matteo Bigon, Export Manager Bline Shoes. – Nonostante le limitazioni dovute al periodo, i regolari aggiornamenti ricevuti dall’organizzazione sulle normative e il supporto garantito per i servizi di mobilità e accoglienza hanno consentito alle aziende di raggiungere agevolmente Riva del Garda.»
 
Centrale in fiera è stata l’attenzione rivolta al tema dell’innovazione, che si è espressa in un’attività di scouting atta a individuare le migliori start up in ambito retail da incentivare, incubare e accelerare.
Future Fashion è la vincitrice della prima edizione di Innovation Village Retail, il progetto realizzato con il coordinamento di Alberto Mattiello, membro del Comitato Scientifico di Expo Riva Schuh & Gardabags.
 
«Il debutto dell’Innovation Village ha favorito l’incontro tra start-up, veloci e innovative per definizione, e aziende più tradizionali del settore della moda e della calzatura, – ha spiegato Andrea Carpineti, CEO & Co-founder Future Fashion. – Per noi questa nuova iniziativa si è rivelata un'ottima opportunità per farci conoscere, validare la nostra idea innovativa e la sua utilità per il settore grazie a un confronto diretto con espositori e buyer.
«Molti hanno dimostrato interesse verso la nostra attività e ci hanno dato la possibilità di considerare utili spunti di miglioramento del nostro prodotto.»
 
Sempre più attenta agli aspetti di innovazione e sostenibilità, Expo Riva Schuh & Gardabags, in collaborazione con JBS Couros (azienda brasiliana leader mondiale nella produzione delle pelli) e la rivista Foto Shoe 30 ha presentato «Design Kind Leather», – il contest rivolto ai designer professionisti del settore e pensato per promuovere valori come sostenibilità, riciclo dei materiali e miglior gestione delle risorse. –
L’apertura delle iscrizioni al concorso, che diventerà un appuntamento annuale, è prevista nei prossimi giorni.
I candidati saranno selezionati da una giuria di esperti e i progetti dei tre vincitori realizzati ed esposti nella prossima edizione della fiera in programma dall’11 al 14 giugno 2022 al quartiere fieristico di Riva del Garda.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande