Home | Interno | Riva Arco Torbole | Dalle Bahamas al Garda Trentino: gli assi della vela sono qui

Dalle Bahamas al Garda Trentino: gli assi della vela sono qui

Il campione olimpico Freddy Loof, il fuoriclasse ligure Diego Negri, l’astro nascente Guido Gallinaro e il tedesco Kilian Wiese si sono ritrovati alla Fraglia della Vela

image

Credits: Circolo Fraglia della Vela.
 
Giornate fantastiche quelle che gli appassionati di vela e di surf stanno vivendo in questo agosto sulle acque a nord del lago di Garda. D’altro canto, che il versante trentino sia uno scenario e un campo di regata perfetto non è una novità, e numerosi personaggi di spicco di questo mondo frequentemente presenti in zona stanno a dimostrarlo.
Nei giorni scorsi la Fraglia della Vela, il glorioso circolo di Riva del Garda, ha dato il benvenuto ad alcuni campioni reduci dalle Star Sailors League Finals disputate a Nassau, Bahamas, venuti ad allenarsi sulla sponda nord del lago: la loro presenza non è passata inosservata ai più esperti.
 
Nel Garda ha regatato un asso come lo svedese Freddy Loof, campione olimpico a Londra nella classe Star con Max Saliminen, campione del mondo, campione europeo, un personaggio di spicco della vela internazionale.
«Riva del Garda è uno dei posti migliori al mondo per andare in barca a vela, qui ci sono le condizioni perfette e i migliori equipaggi per allenarsi», – ha spiegato lo scandinavo che nelle sue sei partecipazioni ai Giochi ha raccolto anche due bronzi, uno nel 2000 a Sydney nella classe Finn ed un secondo nel 2008 a Pechino nella classe Star.
 
Insieme a Loof c’era anche Diego Negri, il velista ligure di fama internazionale con all’attivo tra il 2000 ed il 2008 tre partecipazioni alle Olimpiadi a Sydney, Atene e Pechino - le prime due nella Classe Laser, la terza a bordo della Star - nonché campione d’Europa e vice campione del mondo in Classe Star.
Al fianco dei campioni più affermati, le acque del Garda Trentino hanno potuto ammirare i virtuosismi di giovani di grandi prospettive che hanno già confermato il proprio talento. Osservato speciale il 18enne timoniere Guido Gallinaro, velista di casa che fa parte della Fraglia della Vela.
 
La promessa azzurra, dopo i successi giovanili sul Laser, ha scelto il 49er con il prodiere Leo Chistè e nel frattempo ha affrontato i migliori alla Star Sailors League a Nassau con a prua il tedesco Kilian Wiese, anche lui sul Garda in questi giorni.
«Allenarmi nelle acque di casa è il miglior preludio alle prime sfide nella nuova classe», ha spiegato Gallinaro, considerato il più talentuoso velista italiano Under 20.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni