Home | Interno | Riva Arco Torbole | Il vento del Garda Trentino spinge gli azzurri di Cassani

Il vento del Garda Trentino spinge gli azzurri di Cassani

La Nazionale di ciclismo su strada a Torbole prima di volare in Inghilterra per il mondiale di domenica. Si sono preparati alla presenza dell'Òra e del Pelèr

image

Nazionale Italiana in Garda Trentino - Foto Credits: Garda Trentino.
 
«Un luogo splendido, un’ospitalità impeccabile, percorsi mai banali e un tempo ideale. Avremmo potuto chiedere di meglio? Certo che no. Noi in Trentino stiamo bene e ci prepariamo al meglio per la sfida mondiale. Qui ci sentiamo veramente a casa.»
Davide Cassani, CT della squadra azzurra di ciclismo su strada attesa domenica dal Mondiale nella piovosissima Inghilterra, si gode queste ore accompagnate dall’Òra e dal Pelèr, le brezze gentili del Garda Trentino, prima della sfida iridata nello Yorkshire.
 
La squadra azzurra è a Torbole, nell’eden sportivo dell’Aktivhotel Santa Lucia, per le ultime rifiniture prima della trasferta nel Regno Unito.
Dopo l’allenamento odierno, domani si replica prima della partenza da Verona con volo diretto su Leeds. Dall’incontro con la stampa di oggi pomeriggio è emersa una squadra in grande armonia, che con fiducia affronta una sfida complicata.
«Lo sappiamo di non essere i favoriti – ha spiegato Cassani – ma sappiamo anche di essere un gruppo molto coeso dove ogni uomo può recitare un ruolo determinante, non solo Matteo Trentin, che è l’indiscusso capitano.»
 

Foto di gruppo per gli azzurri e le autorità a Nago-Torbole - Credits: Battista Cailotto.
 
La presenza di squadra di due trentini - Gianni Moscon e lo stesso Matteo Trentin - ha scaldato ancora di più l’atmosfera nella conferenza stampa che ha visto la partecipazione dell’assessore provinciale Roberto Failoni, del CEO di Trentino Marketing Maurizio Rossini, del vicepresidente di Garda Trentino Alberto Bertolini e del Sindaco di Nago-Torbole Gianni Morandi.
«Avere qui da noi la nazionale di ciclismo è doppiamente significativo, considerando il legame sempre più forte tra il nostro territorio e la bicicletta, – hanno sottolineato le autorità presenti. – Chi trascorre da noi le vacanze per pedalare sa che anche i campioni prediligono queste strade.»
 
L’ultimo allenamento nel Garda Trentino sarà quello sulla distanza, doppiamente importante considerando la lunghezza del mondiale di domenica, ben 285 km, pur consapevoli che quasi certamente tutto si deciderà nell’ultimo giro.
«Questo è il ciclismo di oggi, le squadre forti si sono moltiplicate e la corsa è più controllata: negli ultimi 20 anni è sempre andata così.
«Una cosa è sicura, noi ci saremo, perché siamo ben preparati, uniti e ottimisti, – ha concluso Cassani. – Questi due giorni nel Garda Trentino ci daranno un’ulteriore spinta per ottenere il miglior risultato possibile.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni